M5s un milione di euro alle scuole, 20 mila anche dall’Umbria

Anche i consiglieri regionali umbri del Movimento 5 Stelle partecipano all'iniziativa

M5s un milione di euro alle scuole, 20 mila anche dall'Umbria

M5s un milione di euro alle scuole, 20 mila anche dall’Umbria

Anche i consiglieri regionali umbri del Movimento 5 Stelle partecipano all’iniziativa che vedrà destinare un ulteriore milione di euro a progetti che andranno a migliorare le scuole pubbliche secondarie, situate sul territorio nazionale, comprese quelle della regione Umbria.

Mentre i partiti si tengono ogni privilegio, il Movimento 5 Stelle lancia così una nuova iniziativa, estendendo a nuove regioni il progetto “Facciamo Scuola”, già adottato con successo in Basilicata e pure avviato in Puglia nei giorni scorsi.

Come funziona “Facciamo Scuola”? Semplicissimo.

Studenti, insegnanti, genitori, dirigenti scolastici potranno proporre di finanziare progetti legati ad una scuola del territorio. I progetti raccolti verranno selezionati e votati online su base regionale dagli iscritti a Rousseau. Ogni finanziamento avrà il valore di circa 10.000 euro ed il numero di interventi finanziabili varierà a seconda delle restituzioni derivanti dal taglio delle indennità e dei rimborsi dei portavoce messe a disposizione da ogni Regione.

LE REGIONI COINVOLTE – A questo primo bando hanno aderito: Campania (255.000 euro), Liguria (100.000 euro), Marche (100.000 euro), Piemonte (80.000 euro), Puglia (255.000 euro), Toscana (40.000 euro), Umbria (20.000 euro), Veneto (50.000 euro), Molise (100.000 euro).

A questa somma si aggiungono negli ultimi mesi circa 680.000 euro donati per progetti locali finanziati in Friuli Venezia Giulia (200.000 fondo Pmi regionale), nel Lazio (120.000 euro per l’acquisto di 60 lavagne multimediali per le scuole), in Piemonte (205.000 euro donati al Fondo incendi e alluvioni e il Fondo Regionale contro il Dissesto Idrogeologico), in Toscana (120.000 euro alle scuole), in Umbria (33.000 euro circa per l’acquisto di una autosanitaria).

In totale sono oltre 37 i milioni di euro donati in questi anni grazie ai tagli degli stipendi M5S tra Parlamento e Regioni; tale cifra, sommata alle rinunce ai rimborsi elettorali, alle indennità di carica e ai finanziamenti per le fondazioni dei partiti politici europei, portano ad una somma di oltre 90 milioni di euro!

Mentre in Umbria il PD, con tutto il centro destra al seguito, rimanda a chissà quando la discussione su un risibile taglio dei vitalizi, dopo che anche l’Assemblea Legislativa aveva respinto con scenate da panico generale le nostre proposte sul taglio delle indennità, il M5S ancora una volta “fa scuola” e lancia l’ennesimo appello, affinché anche i vecchi partiti facciano altrettanto.

Li invitiamo caldamente a imitarci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*