Lavori in corso sulla E45 e altre strade, servono cantieri più efficienti

Lavori in corso sulla E45 e altre strade, servono cantieri più efficienti
Foto Travicelli

Lavori in corso sulla E45 e altre strade, servono cantieri più efficienti

Il consigliere regionale Marco Squarta (FdI – portavoce centrodestra) interviene in merito ai lavori in corso sulla E45 e sulle altre infrastrutture stradali che circondano la città di Perugia auspicando “un tempestivo intervento della Giunta regionale verso Anas, affinché i cantieri siano resi più efficienti, intensificando gli interventi in corso e concentrandoli in orari in cui il traffico è meno intenso”.

“Perugia, il capoluogo della regione Umbria, è stretta in questi giorni in un groviglio di cantieri che stanno trasformando la E45 e le altre strade di grande comunicazione in autentiche trappole per gli automobilisti. E a farne le spese non sono solo i pendolari e i perugini, che trascorrono ore sotto il sole cercando di percorrere pochi chilometri, ma anche turisti e lavoratori che percorrono gli importanti assi viari che si snodano intorno a Collestrada e al nodo di Perugia”.

Lavori in corso sulla E45 e altre strade, servono cantieri più efficienti
Marco Squarta

Lo sottolinea il consigliere regionale Marco Squarta (FdI – portavoce centrodestra), facendo seguito alle molte segnalazioni ricevute “da coloro che, non essendo in ferie, hanno la sfortuna di dover transitare sulle malconce strade che attraversano il capoluogo. Se vanno salutati con soddisfazioni i cantieri aperti da Anas per superare criticità ormai annose – rileva Squarta – non possiamo evitare di notare che i tempi e le modalità di allestimento dei cantieri stessi appaiono del tutto migliorabili, anche in vista degli importanti flussi veicolari che convergeranno su Perugia in occasione della imminente apertura di Umbria Jazz”.

Per il portavoce del Centrodestra a Palazzo Cesaroni sarebbe necessario “un intervento, rapido e risoluto, della Giunta regionale sulla società che gestisce strade e cantieri, al fine di ottenere una turnazione più stretta dei lavori, magari sfruttando le ore notturne, quando il traffico è meno congestionato ed anche coloro che sono impegnati nella manutenzione stradale possono operare con minori disagi”.

Commenta per primo

Rispondi