Galli, Lega Amelia, battuta sessista su Emma Marrone, partito umbro si dissocia

Caparvi, le affermazioni del consigliere non solo sono inaccettabili

Galli, Lega Amelia, battuta sessista su Emma Marrone, partito umbro si dissocia

«Faresti bene ad aprire le tue cosce facendoti pagare per esempio…», lo ha scritto il consigliere comunale di Amelia, della Lega, Massimiliano Galli. Il Leghista lo ha fatto commentando un articolo pubblicato da Il Giornale su una provocazione – presunta – della cantante Emma Marrone che, nei confronti di Matteo Salvini, scriveva “aprite i porti”.

E lì la “perla di saggezza” di Galli che ci è ricascato. Sì, perché nel 2017 scrisse un’altra “opera letteraria” sui siriani “da ammazzare tutti fino all’ultimo“. Prodezza che gli era costata il ruolo da assessore. Ma dev’essere che la social mania, per lui, è proprio una “vocazione” e lo ha rifatto ancora, questa volta con questa battuta sessista.

E non c’è stato molto da aspettare che è arrivata la bacchettata, anzi no, la “bastonata” del segretario del partito di Matteo Salvini, l’onorevole Virginio Caparvi. Reazione che vi riportiamo qua sotto.

“La Lega Umbria si dissocia dal commento sessista espresso dal consigliere comunale di Amelia, Massimiliano Galli nei confronti della cantate Emma”. Così in una nota ufficiale l’on.Virginio Caparvi, segretario regionale Lega Umbria “Anche il dissenso più forte non può mai scadere in simili commenti. Le affermazioni del consigliere non solo sono inaccettabili, ma assolutamente distanti dallo spirito e dai valori espressi dalla Lega e dunque chiunque utilizzi questo linguaggio non può rappresentare il nostro movimento. Per questo comunico l’irrevocabile decisione di avviare fin da subito le procedure per la sua espulsione dal partito.”

Rassegna stampa

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*