Fiorini, Lega, accesso atti Usl umbre, chiarezza su costi, personale e servizi

Fiorini Lega, accesso atti Usl umbre, chiarezza su costi, personale e servizi
Fiorini, Lega, chiede accesso atti Usl umbre, chiarezza su costi, personale e servizi Il capogruppo della Lega Emanuele Fiorini ha inoltrato richiesta di accesso agli atti delle Usl umbre per avere un quadro preciso del numero e della tipologia delle strutture che offrono servizi sociosanitari presenti sul territorio, quanto costano, quanti sono gli utenti e il personale impiegato.

Voglio fare chiarezza in merito alla gestione dei servizi socio-sanitari della Regione Umbria e alle spese sostenute e avere un quadro preciso del numero e della tipologia delle strutture presenti sul territorio. Tutto questo anche a fronte del nuovo appalto da 100milioni per i servizi socio-sanitari”: il consigliere regionale Emanuele Fiorini (capogruppo Lega), ha motivato così la richiesta di accesso agli atti inoltrata ai direttori generali rispettivamente dell’Azienda Usl Umbria 1 e Usl Umbria 2.

In particolare – spiega l’esponente del Carroccio – la documentazione richiesta riguarda tutti gli atti concernenti l’affidamento dei servizi socio-sanitari allo stato in essere in ordine alle Aziende Usl Umbria 1 e Usl Umbria 2; la documentazione in ordine alle spese sostenute, per la gestione dei servizi socio-sanitari, da ciascuno dei Distretti sanitari di cui si compongono le due Usl; le ore di assistenza domiciliare erogate, il numero degli utenti e i pacchetti orari di cui beneficiano da 1 a 2 ore, da 2 a 4, da 8 a 16 e oltre le 16; il numero di assegni di sollievo erogati divisi tra SLA, gravissima disabilità e gravissima disabilità associata a malattia rara”.

Fiorini vuole anche sapere quante strutture fra residenze sanitarie, o servite, o protette per anziani autosufficienti e non, centri residenziali e semi-residenziali, comunità terapeutiche sono presenti nell’ambito dell’Azienda Usl Umbria 1 e Usl Umbria 2, quante strutture sono autorizzate, quante in convenzione e quante accreditate. Inoltre, a quanto ammontano i relativi costi con riferimento al periodo temporale decorrente dal 2013 al 2018; quale è allo stato il numero degli utenti, quale è il rapporto numerico fra utenti e personale impiegato e quali sono le qualifiche professionali richieste per il personale impiegato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*