Elezioni, Cristofani Pd, vittoria centrodestra impone profonda riflessione

Una analisi che dovrà affrontare l’identità del Partito

Elezioni, Cristofani Pd, vittoria centrodestra impone profonda riflessione

Elezioni, Cristofani Pd, vittoria centrodestra impone profonda riflessione

Cristofani Pd – “È stata una campagna elettorale complessa, che ha portato ad una sconfitta chiara, netta, con un centro destra e un’estrema destra dimostratesi vincenti. Una vittoria che ci impone, con urgenza, profonde e attente riflessioni sul nostro presente e sul nostro futuro, come Partito Democratico e come campo progressista e riformista.
Siamo per questo convinti che non un congresso nazionale non sia solo necessario, ma indispensabile.

Quello che ci attende dovrà essere un momento di profonda analisi e ridiscussione, che dovrà affrontare l’identità del Partito, non solo il rinnovo della sua classe dirigente. Anche come Unione comunale di Perugia vogliamo dare il nostro contributo  affinché il Partito Democratico comprenda quale possa essere il suo futuro, ascoltando i cittadini, la propria base, gli elettori e chi ha deciso di astenersi dal voto.

Nel quadro di un indiscutibile sconfitta delle forze progressiste e del calo di consensi del PD, consola un dato: a Perugia i dati elettorali ci danno un segnale per il futuro, con un PD quasi al 24% e con la coalizione di centrosinistra al 30%, ma soprattutto la destra in città si ferma al 40%.

Sono dati che in vista delle prossime scadenze amministrative ci impegnano nella ricerca di una coalizione larga ed inclusiva  il cui valore segnerà il futuro della città. Sicuramente c’è  moltissimo da fare, la politica non è una somma algebrica, ma l’incontro di progetti e di una visione condivisa della città. Intendiamo lavorare su questo prima di tutto.

Ripartiamo da qua, dalle riflessioni, dall’autocritica, dall’ascolto e dal dialogo con la cittadinanza e con le altre forze”.  Così, in una nota, il segretario del Pd di Perugia Sauro Cristofani

1 Commento

  1. Devo ammettere che il commento del Segretario del PD di Perugia è sobrio e l’analisi politica è seria e concreta al contrario di Letta (che peraltro ha contribuito alla grande vittoria della Meloni con una campagna elettorale pietosa) quando ha detto “giorno triste per l’Italia”, dimostrando, more solito, supponenza e un certo disprezzo nei confronti degli italiani che hanno votato per la destra. Piuttosto il “giorno triste” sarà per Letta che ha fallito miseramente, dimostrando incapacità politica e alterigia verso i non allineati. L’arroganza, la sicumera, il tentativo continuo di screditare e delegittimare l’avversario politico, non pagano. E mi fermo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*