Ballottaggio amministrativo e il destino di Terni, Spoleto e Umbertide

Ballottaggio amministrativo e il destino di Terni, Spoleto e Umbertide

Ballottaggio amministrativo e il destino di Terni, Spoleto e Umbertide Si vota Domenica 24 Giugno (dalle ore 7 alle 23)  All’esito del voto di ballottaggio amministrativo è legato in buona parte il destino civile di queste tre importanti città umbre, le cui scelte a loro volta condizionano fortemente il futuro prossimo dell’assetto politico regionale. Non è questo il momento né la sede per una disamina di quelli che sono stati i risultati elettorali del primo turno nei Comuni umbri che hanno rinnovato il 10 Giugno le loro Amministrazioni. Ammesso che serva a qualcosa, passati i ballottaggi, si potranno discutere scelte, impostazioni e linguaggi che vi hanno concorso, in modo particolare sul versante del centrodestra politico e civico.

A questo punto, non avendo titolo né intenzione di esprimere opinioni sulle “tattiche” elettorali adottate dai candidati Sindaci e dalle loro coalizioni di centrodestra in vista del secondo turno, vogliamo soltanto esortare i nostri amici, simpatizzanti e corrispondenti a mobilitarsi in questa settimana con tutta la energia e la convinzione per propiziare il successo dei candidati della “destra” locale. In maniera pratica e intelligente. Si dice sempre: “Andare casa per casa”, poi non lo si fa o lo fa solo qualche intraprendente per i voti di preferenza. In questa occasione conviene darsi lo scomodo di farlo davvero, cercare fino all’ultimo occasioni di appropriato colloquio con tutti, non limitarsi a qualche pur gradevole “aperitivo” o a far numero a qualche discorsetto di fugaci esponenti extracittadini, troppo spesso infarcito di controproducente arroganza. Senza nulla concedere agli avversari (che del resto non meritano), bisogna rispettare ogni interlocutore, ascoltarne i dubbi, proporre argomenti d’interesse concreto e di credibile amore cittadino.

TERNI. La candidatura dell’avvLEONARDO LATINI ha già convinto i ternani, l’elezione al primo turno è mancata per un soffio. Tutto lascerebbe pensare che Leonardo – giovane professionista e intellettuale stimato, ricco di idee, dotato di capacità organizzativa, di intemerata onestà – debba vincere a mani basse, sovrastando nettamente il candidato Cinquestelle con cui compete. Ma si sa che il ballottaggio è un’altra votazione e nessuna votazione è priva di insidie, a cominciare da quella dell’assenteismo dal voto, tanto più quando si dà per scontato un risultato! Leonardo saprà certamente confermare il suo valore motivando la sua nutrita compagine verso il “riscatto” della città di Terni, un evento auspicato di portata nazionale.

SPOLETO. L’autorevole candidato del centrodestra politico e civico dott. UMBERTO DE AUGUSTINIS, magistrato illustre, intelligenza dinamica e al passo coi tempi, parte in lieve vantaggio, ma la sinistra spoletina – al ballottaggio con la sua candidata dai trasversalismi politici e ambientali da non sottovalutare – sa di giocarsi l’ultima occasione di “rivalsa” e sopravvivenza, non lascerà nulla di intentato. L’esito è aperto. Si può confidare nel fatto che gli elettori, non pochi, delle due liste civiche facenti capo alla ex vice Sindaco, potendosi ascrivere in maggioranza ad un contesto sociale, culturale e politico orientato “a destra”, preferiscano nel ballottaggio l’opzione De Augustinis? Sì, secondo logica. Ma se la squadra di centrodestra si affidasse soltanto a tale aspettativa, farebbe un errore fatale. I consensi andranno ri-conquistati ad uno ad uno. L’appello politico va sapientemente mixato con il messaggio che Spoleto ha eccezionale necessità di un amministratore robusto, collegato, deciso a “rimettere la città al centro del territorio”.

UMBERTIDE. E’ ormai (veritiero) luogo comune che questa città sia il simbolo del comunismo e del post-comunismo che, risultando immutabile, si fa regime. Ma le piccole “Stalingrado” italiane sono quasi tutte cadute e per giunta lo spettacolo dell’avvilente lotta intestina, tutta intessuta di rancori cinici e personali, sembra rendere incomprensibile la scelta di un cittadino di Umbertide che voglia ancora affidarsi a questa sinistra. Però interessi e clientele sono incrostati e spesso appannano la realtà: cioè che le Amministrazioni di sinistra hanno causato danni ingenti al territorio, contribuendo a mettere in crisi acuta una città che era davanti a molte altre per dinamismo d’impresa, non meno che pregio ambientale e fermento associativo e culturale. L’augurio è che LUCA CARIZIA, candidato Sindaco che coraggiosamente ha compattato storie e sensibilità delle formazioni di centrodestra, sappia coagulare anche le aree d’opinione civica desiderose di “svolta”, costruendo un successo che, forse più d’ogni altro, meriterebbe d’essere definito “storico”.

                                                                                (“Controcorrente”)

NUOVA SEDE DI “CONTROCORRENTE”

Per gli associati, simpatizzanti e corrispondenti, ricordiamo che il Centro di cultura e politica “CONTROCORRENTE-Incontro di generazioni” ha trasferito la sua sede.

                Si trova ora in SPOLETO al Vicolo Talegalli (traversa che, nel centro storico, unisce la Piazza del Teatro Nuovo alla pedonale Via Salara Vecchia).

                Si confermano

mail: controcorrenteumbria@libero.it

fb: controcorrenteincontrodigenerazioni

                Faremo conoscere i nuovi numeri di telefono e fax.

                                                                                                              La segreteria

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*