Assessore Melasecche smonta le ‘Bugie’ dei sindacati su TPL

L'assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti smaschera le falsità sindacali

Assessore Melasecche smonta le 'Bugie' dei sindacati su TPL

Assessore Melasecche smonta le ‘Bugie’ dei sindacati su TPL

Assessore Melasecche smonta – L’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Enrico Melasecche, ha respinto con fermezza le affermazioni di FILT CGIL e FAISA CISAL sul Trasporto Pubblico Locale (TPL). Accusati di diffondere informazioni errate e distorte, i sindacati sono stati smentiti categoricamente dall’Autorità per la Regolazione dei Trasporti (ART).

Melasecche ha dichiarato che le organizzazioni sindacali, in particolare dopo il sesto sciopero, stanno continuando una campagna di disinformazione, cercando di sollevare preoccupazioni non fondamentate riguardo ai ritardi nella gara per il TPL. L’adesione al settimo sciopero è stata significativamente inferiore alle aspettative dei sindacati, evidenziando una mancanza di consenso tra gli operatori.

L’assessore ha ribadito che la Regione e l’Agenzia stanno avanzando regolarmente in un percorso complesso ma essenziale. Ha fornito un elenco di progressi significativi, inclusi l’individuazione corretta dei lotti di gara, la relativa approvazione da parte dell’ART, l’analisi della flotta necessaria, il completamento del Piano di Bacino unico regionale, e il progetto della nuova integrazione tariffaria regionale.

Inoltre, Melasecche ha sottolineato che la digitalizzazione del TPL è un passo avanti cruciale, che introdurrà standard regionali per il monitoraggio continuo e automatico della qualità del servizio. La “Relazione di affidamento” è stata inviata all’ART, e l’assessore prevede che l’avviso di gara sarà pubblicato entro la fine dell’anno.

Contrastando le affermazioni dei sindacati, Melasecche ha evidenziato che la loro posizione, in particolare sull’opzione del lotto unico, è stata sconfessata dall’ART e che la programmazione regionale è stata giudicata corretta.

Rispondendo alle preoccupazioni sollevate dai sindacati, Melasecche ha sottolineato che le questioni come le “clausole sociali”, il “mantenimento dei livelli occupazionali” e altri temi sono stati ampiamente trattati durante i negoziati, e l’inascoltata richiesta dei sindacati di uno sciopero continuo su questi stessi argomenti è stata considerata controproducente.

L’assessore ha concluso ricordando i cambiamenti positivi degli ultimi quattro anni nel settore, evidenziando progetti di successo come la convenzione triennale per gli abbonamenti universitari agevolati e il servizio Umbria TPL. Tali iniziative testimoniano il dinamismo e la riqualificazione del settore, che è stato trascurato per troppo tempo e sta finalmente vivendo una fase di cambiamento significativo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*