Andrea Fora piace a Guasticchi, il consigliere attacca i finti civici

Elezioni regionali, Fora-Pd pressa sui socialisti, terzo polo in conclave per il candidato

Andrea Fora piace a Guasticchi, il consigliere attacca i finti civici

Andrea Fora piace a Marco Vinicio Guasticchi, consigliere regionale del Partito democratico. «A me Andrea Fora pare un ottimo candidato. Mi sembra piuttosto che in giro ci siano tanti esponenti politici che si vestono da civici solo perché va di moda». E’ quanto riporta oggi la Nazione Umbria. Guasticchi accetta di buon grado l’autocandidatura del presidente di Confcooperative.

«Ho letto sui giornali il dibattito che si è aperto in questi giorni – spiega Guasticchi – e sinceramente mi sembra di poter dire che il personaggio vale: viene dal mondo delle cooperative cosiddette bianche che non fa certo riferimento al centrosinistra. A me pare si stati creando un laboratorio, una coalizione nuova e un allargamento a quel centro che potrebbe rappresentare un elemento di novità per la sconfitta della destra populista».

A parlare di Andrea Fora è anche il movimento “Da Sinistra per l’Umbria del futuro”: «Continuiamo a impegnarci nel percorso tracciato dalla proposta di programma aperta al contributo di tutti i cittadini – scrive in una nota il gruppo –, di tutte le forze democratiche e progressiste per assicurare un futuro all’Umbria, caratterizzato da uno sviluppo sostenibile e durevole. Si apprende però, con un certo stupore, una sorta di fuga in avanti per una candidatura alla presidenza della Regione, che sembrerebbe essere sostenuta anche dal Pd. Come abbiamo già avuto modo di dire – spiega la Sinistra –, a nostro avviso, questo rappresenta una forzatura che mette in discussione l’auspicabile unità delle forze democratiche e progressiste per contrastare la Lega antieuropea, xenofoba, classista e i suoi alleati di destra».

Per quanto riguarda il centrodestra Donatella Tesei dovrebbe sciogliere la riserva martedì prossimo. La senatrice umbra ed ex sindaco di Montefalco della Lega tra pochi giorni dovrebbe confermare la propria disponibilità a candidarsi a Presidente della Regione.

Commenta per primo

Rispondi