Allarme insabbiamento Trasimeno, Guasticchi, Pd, che fine han fatto i dragaggi?

Allarme insabbiamento Trasimeno, Guasticchi, Pd, chiede che fine han fatto i dragaggi
ph mapio.net

Allarme insabbiamento Trasimeno, Guasticchi, Pd, che fine han fatto i dragaggi?
da Marco Vinicio Guasticchi
Che fine hanno fatto i dragaggi sul Trasimeno? Purtroppo debbo constatare che del Trasimeno si parla soltanto sporadicamente e ciò che viene messo in evidenza sono soltanto le criticità e solo raramente le interessantissime iniziative culturali organizzate dai volenterosi sindaci lacustri. Ma purtroppo tra le gravi criticità raramente si fa menzione all’interramento dei porticcioli presenti sul lago. Infatti in osservanza ad una legge insensata che non fa differenza tra le sabbie e terre di dragaggio, ha trasformato di fatto le sabbie sommerse del trasimeno in rifiuti speciali alla stregua di terre inquinate da mercurio di aree fortemente compromesse.

Non più dragabile

Questo rende di fatto da anni non più dragabile il lago Trasimeno creando danni enormi alla navigazione e bloccando in molti casi l’accesso a porti e darsene. Inoltre il vedere le due draghe di proprietà di umbria mobilità bloccate ed abbandonate da anni ai margini del lago fa ipotizzare l’impossibilità del loro futuro utilizzo.

Allorché presidente della provincia affrontai tale problematica cercando escamotage per consentire anche dragaggi parziali nei porti. Ma da anni tutto tace e soprattutto tutto è fermo.

La regione potrebbe però intervenire per cercare di declassare le sabbie lacustri, magari previa analisi delle terre prima di ogni dragaggio autorizzandoli di volta in volta.

Questo consentirebbe un immediato intervento nelle aree critiche per l’accesso ai porti e per gli ostacoli alla navigazione.in secondo luogo sarebbe importante da parte sempre della regione verificare le attuali possibilità tecniche di dragaggio con i mezzi attuali a disposizione, e se ciò dovesse denotare un impossibilità operativa vista la vetusta e lo stato di abbandono delle draghe esistenti, di cercare soluzioni immediate per salvare la navigazione lacustre e salvare anche la stagione turistica estiva.
Consigliere regionale
Guasticchi marco Vinicio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*