Ageletti, Latini copia il programma di De Luca? Non mi stupisce

 
Chiama o scrivi in redazione


Terni, Angeletti (TI), legalità e regole, ma non battibecchi

Ageletti, Latini copia il programma di De Luca? Non mi stupisce Paolo Angeletti: “Dalla capacità di fare progetti dipenderanno fiducia e crescita” “Latini copia il programma di De Luca? Non mi stupisce, hanno le stesse logiche e filosofie”. Leggo questa mattina sulle pagine del Messaggero un interessante articolo del professor Giuseppe Croce che, legittimamente, si chiede quanto Terni abbia bisogno di tornare a crescere e soprattutto se ne ha le potenzialità. Sottolinea anche l’autore che il declino economico di Terni ha radici precedenti la crisi globale, causa le precedenti forze di governo che hanno mortificato le possibilità di invertire il declino. In parte condivido il suo pensiero e voglio spiegare perchè.

Non entro nel merito delle questioni che possono aver minato l’unità del partito che mi sostiene in coalizione, così come non entro nel merito di vicende su cui sarà la magistratura a decidere. Per quanto riguarda la passata Amministrazione posso dire che sicuramente sono stati commessi degli errori, ma sull’onestà dei singoli rappresentanti non ho mai avuto alcun dubbio. Va detto che grazie al rapporto tra Comune e Regione sono in arrivo per Terni risorse e investimenti per il rilancio delle aziende e per le opere pubbliche che superano 120 milioni di euro tra area di crisi complessa, agenda urbana, smart city, piano periferie. Ma sono risorse che hanno bisogno di progetti altrimenti rimarranno solo fumo. Non solo, dalla nostra capacità di fare progetti dipenderà la possibilità di coltivare fiducia e crescita.

Quando ho accettato la candidatura ho chiesto e ottenuto massima libertà decisionale e la mia filosofia da Sindaco sarà questa: non deciderò gli assessori in base a logiche di spartizione dei voti. Sarò grato a chi mi darà il voto, certamente, ma ritengo giusto sentire tutti i cittadini. Se sarò eletto Sindaco, sarò il Sindaco di tutti. La mia porta sarà sempre aperta, in particolare per le persone in difficoltà.

LEGGI ANCHE: Delrio e Damiano con Paolo Angeletti sindaco oggi arriva Martina

Uno dei primi impegni sarà il riordino della macchina amministrativa. Le grandi risorse che sono in arrivo rischiano di diventare fumo se non faremo i necessari progetti. Penso alla capacità di avviare i progetti in sospeso in tempo utile per non perdere le risorse. A quel punto nessuno, nemmeno da Perugia, potrebbe accusarci di essere inetti. Noi ternani non lo siamo, rivendichiamo la nostra competenza.

Leggo invece dalle colonne del Corriere dell’Umbria di una polemica in cui il Candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca, accusa il Candidato Sindaco del centrodestra Leonardo Latini di aver copiato parte del suo programma. Non mi stupisce, in fondo, visto che rappresentano logiche e filosofie simili. Non a caso M5S e Lega hanno faticosamente raggiungo la quadra per governare insieme il Paese. Come e con quali prospettive lo vedremo, purtroppo, sulla pelle degli italiani.

Sarei curioso di capire le politiche del neo Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio che a Terni aveva spinto al voto per De Luca nell’ottica di avere un Governo nazionale amico. Vorrei conoscerle soprattutto nel momento in cui Trump mette i dazi sull’acciaio e Salvini stesso tace dopo aver illuso gli operai ternani.

Ufficio Stampa
www.paoloangelettisindaco.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*