Il sindaco Romizi incontra Vittoria Ferdinandi, Cavaliere al Merito della Repubblica

 
Chiama o scrivi in redazione


Il sindaco Romizi incontra Vittoria Ferdinandi, Cavaliere al Merito della Repubblica

Il Sindaco Andrea Romizi ha incontrato, questa mattina a Palazzo dei Priori, la perugina Vittoria Ferdinandi, fondatrice e direttrice del ristorante e centro polifunzionale Numero Zero, insignita lo scorso fine dicembre del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica dal Presidente Mattarella.

© Protetto da Copyright DMCA

Vittoria Ferdinandi è stata nominata, infatti, tra gli “eroi sociali” del 2020 «per il suo contributo nella promozione di pratiche di autonomia e di inclusione sociale per i malati psichiatrici».

A lei Romizi ha espresso la soddisfazione e l’orgoglio della Città di Perugia per il prezioso riconoscimento attribuitole dal Capo dello Stato, ma anche la riconoscenza per l’importante progetto di inclusione sociale che ha realizzato a favore dei ragazzi con disturbi psichiatrici. “Un progetto innovativo – ha detto Romizi – che è senz’altro un esempio concreto di ciò che significa inclusione. Quando ci sono luci accese come questa, possiamo guardare al futuro con maggiore ottimismo e fiducia; mi auguro che ve ne siano sempre di più anche nella nostra città.”

Felice e orgogliosa del riconoscimento di Cavaliere al merito da parte del Presidente della Repubblica si è detta Vittoria Ferdinandi, per tutti Dada. “Dà valore alle realtà che si occupano di sociale, che troppo spesso restano nell’ombra, e di questo sono molto contenta. –ha detto- Sono felice anche di essere qui oggi.

Il nostro progetto, fin da subito, ha avuto l’appoggio del Sindaco e dell’amministrazione comunale, quale esempio di buona politica che va oltre le ideologie. Mi auguro – ha concluso – che nel 2021 si rafforzi l’azione verso una società che lascia indietro sempre meno persone e sia capace di dare risposte umane alle esigenze dei più deboli.”

Nel corso dell’incontro, il Sindaco le ha donato, a nome dell’Amministrazione e della città, una pergamena e un omaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*