Binario5 Fontivegge, a Perugia, ha aperto le porte alla città |📸 Foto

Binario5 Fontivegge, a Perugia, ha aperto le porte alla città |📸 Foto

Questa mattina, a soli cinque mesi dall’apertura, Binario5 a Fontivegge apre le porte alla città per presentare i primi risultati del lavoro avviato. Un mondo di colori, manifestazioni artistiche, evocazioni provenienti da espressioni culturali hanno invaso il coworking di Fontivegge. Gli studenti del secondo anno dell’IStituto Italiano Design e gli studenti cinesi iscritti all’Università degli Stranieri di Perugia hanno presentato le sette realizzazioni artistiche curate dalle docenti Elisa PIetrelli e Laura Biancalana, con il sostegno della fondatrice dell’IID Anna Maria Russo.

Durante la mattinata sono stati presentati anche i primi risultati di Binario5: 20 postazioni affittate, uffici a regime con affitti annuali, ma soprattutto oltre 40 start up che hanno chiesto a Binario5 servizi di start up, incubazione a accelerazione d’impresa.

Le prime 6 sono state presentate questa mattina: dalle tecnologie agli IOT, ai dispositivi indossabili per garantire la sicurezza personale, senza rinunciare ad essere alla moda; passando per un birrificio sociale, piattaforme di turismo esperienziale, strumenti di trasmissione del sapere e tecnologie dai centri di ricerca alle aziende. Esperienze che spesso sono nate fuori dall’Umbria, giovani che si sono formati in Europa e in America che hanno scelto di tornare e radicare la loro esperienza di start up a Perugia.

E così Binario5 da luogo di morte, dove si annidava uno dei maggiori condensati di malessere e disagio, diventa luogo di vita, di dinamismo, di saperi, di cultura, di innovazione.

La prova, tangibile, che anche Perugia può “tenersi stretta” i suoi talenti, e puntare su questi per guardare al futuro.
#ancoradafare
#condividiamoilfuturo


Rassegna stampa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*