Pmi, al via le trasmissioni di Radio Confapi

 
Chiama o scrivi in redazione


Pmi, al via le trasmissioni di Radio Confapi

Pmi, al via le trasmissioni di Radio Confapi

Sono iniziate le trasmissioni di Radio Confapi, la web radio della piccola e media industria privata. Radio Confapi punta ad essere non solo uno strumento di informazione, ma anche un luogo di confronto sui principali temi di interesse della piccola e media industria privata e dell’intero sistema produttivo italiano.

La programmazione di Radio Confapi, accanto a uno specifico focus economico, affronterà i temi caldi della politica con ospiti provenienti dal mondo delle istituzioni e delle parti sociali. Le Pmi saranno al centro dei vari format dedicati di volta in volta all’innovazione, all’Europa, ai mercati esteri, all’imprenditoria femminile. Un faro puntato sulle sfide degli imprenditori che potranno raccontare le loro storie e la loro esperienza, aperte anche agli scenari del futuro. I programmi saranno intervallati da musica, dalle notizie della giornata e da altri servizi.

“Radio Confapi – spiega il Presidente, Maurizio Casasco – vuole essere la voce delle donne e degli uomini che lavorano nelle imprese e che dalla nascita della Confederazione, più di 70 anni fa, hanno fatto dell’Italia la seconda potenza manifatturiera in Europa. Vogliamo essere la voce di chi sta affrontando i venti della crisi, investendo i propri patrimoni, di chi è impegnato ogni giorno al fianco dei lavoratori, credendo nel futuro e nella crescita del nostro Paese. Vogliamo far conoscere alle Istituzioni i nostri territori, le loro istanze e le possibili soluzioni ai loro problemi. Vogliamo trasferire esperienza e conoscenza – conclude il Presidente di Confapi – per continuare a essere la locomotiva del Paese e rafforzare il nostro ruolo sociale ed economico come sempre abbiamo fatto”.

Radio Confapi è una web radio e per ascoltarla è sufficiente scaricare la app su Google Play ed Apple Store o attraverso il sito istituzionale www.confapi.org.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*