Immobile sgomberato a Fontivegge, proprietario ha 10 giorni di tempo per ripulire l’area

Immobile sgomberato a Fontivegge, proprietario ha 10 giorni di tempo per ripulire l'area
Foto di Andrea Fais (Progetto Fontivegge)

Immobile sgomberato a Fontivegge, proprietario ha 10 giorni di tempo per ripulire l’area

Nel corso della giornata di oggi è stata emessa l’ordinanza sindacale relativa all’immobile situato in piazza Fonti di Veggio dai civici 7 a 10 (conosciuto come ex rimessa di Gesenu), posto nelle immediate vicinanze del parco comunale della Pescaia (ex Verbanella), diretta a contrastare l’uso improprio della struttura e le condizioni di degrado accertate nei giorni scorsi dagli agenti dell’Ufficio sicurezza urbana ed ambientale della polizia Urbana di Perugia.

A seguito delle segnalazioni dei cittadini, nel corso del sopralluogo effettuato il 7 marzo erano emersi all’interno dell’immobile segni di un recente bivacco e di utilizzo di sostanze stupefacenti, nonché la presenza di vegetazione infestante possibile ricettacolo di ratti.

Proprio in conseguenza della grave situazione di incuria e pericolo per la pubblica incolumità, essendo evidentemente l’area oggetto di ingresso abusivo di persone senza fissa dimora che vivono in condizioni di marginalità, nella giornata di ieri (giovedì 21 marzo) la struttura è stata ripulita dal personale di Gesenu alla presenza di agenti della municipale, rappresentanti della società proprietaria e di poliziotti della questura.

Con l’obiettivo di limitare ulteriormente le conseguenze rappresentate, che incidono sui livelli di sicurezza percepita e di vivibilità urbana, nonché per evitare possibili pericoli e disagi per le persone residenti nell’area e per i frequentatori della stessa, oggi è stata emessa l’ordinanza sindacale con cui si ordina alla società proprietaria dell’immobile di provvedere entro 10 giorni dalla notifica a:

  1. inibire l’accesso all’area, ripristinando e/o installando una recinzione, ed al fabbricato, mediante la chiusura stabile e duratura di tutte le aperture considerate porte o finestre;
  2. ripulire i locali dell’immobile mediante la rimozione dei materiali classificabili come rifiuti effettuandone lo smaltimento secondo le forme consentite;
  3. tagliare la vegetazione infestante.

Commenta per primo

Rispondi