Meteo Italia, maltempo d’inizio settembre, ma poi grandi novità

Meteo Italia, maltempo d'inizio settembre, ma poi grandi novità

Meteo Italia, maltempo d’inizio settembre, ma poi grandi novità Meteo Italia, maltempo d’inizio settembre, ma poi grandi novità L’alta pressione venuta dal Nordafrica, responsabile di un nuovo miglioramento meteo e di un sensibile aumento delle temperature capaci di riportarsi su valori decisamente estivi, sta subendo un primo indebolimento sui settori settentrionali. L’avanzamento di una massa d’aria fresca, associata a un’ampia perturbazione dell’oceano Atlantico, sta provocando un peggioramento nelle regioni del Nord Italia e l’impatto del fresco sui caldi mari faciliterà la nascita di un vortice di bassa pressione sul Mar ligure. Vortice che terrà sotto scacco lo stivale per tutto il primo fine settimana di settembre, provocando localmente precipitazioni piuttosto violente che potranno assumere facilmente carattere temporalesco e accompagnarsi a grandinate e colpi di vento.

Anche laddove le precipitazioni saranno meno incisiva ci sarà una riduzione termica è importante perché i 20 soffieranno sostenuti dai quadranti occidentali.

TREND METEO NEL 1° WEEKEND DI SETTEMBRE

Come detto sul finire della settimana è confermato l’isolamento di un vortice d’aria fresca al Centro Nord, significa che il tempo potrebbe mostrarsi assai instabile con temporali localmente violenti accompagnati da altri nubifragi, grandinate e colpi di vento. Ciò perché i contrasti termici saranno vivaci, proprio a causa della forte riscaldata precedente.

Sabato probabile che i fenomeni si focalizzino maggiormente al Centro Nord, mentre per domenica l’instabilità è attesa in parziale propagazione verso Sud e due Isole Maggiori. Va detto poi che i venti in rotazione attorno al minimo di bassa pressione porteranno una nuova generale diminuzione delle temperature su tutte le nostre regioni. Il fresco chiaramente sarà più marcato dove le precipitazioni risulteranno più consistenti.

Andando più nello specifico possiamo dire che nella notte di venerdì su sabato sono attese precipitazioni localmente forti tra i settori orientali del Piemonte, la Lombardia, il Triveneto, la Liguria centro-orientale. Potrebbero esserci i primi temporali anche lungo i litorali tirrenici, in modo particolare su quelli laziali.

Nelle successive ore della giornata l’instabilità diffusa dovrebbe colpire come detto un po’ tutte le regioni centrosettentrionali, con temporali piuttosto intensi che potranno assumere anche carattere grandinigeno. Le temperature sono attese in diminuzione, anche marcata laddove non vi è precipitazioni insisteranno maggiormente. Ci aspettiamo qualche temporale fino alla Campania è più occasionalmente sul Gargano, mentre all’estremo sud e tra le due isole maggiori il tempo dovrebbe mantenersi buono ma con un incremento della ventilazione occidentale a partire dalla Sardegna.

Per la giornata di domenica non sono previsti sostanziali cambiamenti, nel senso che le precipitazioni continueranno a colpire diffusamente il centro-nord con occasionali sconfinamenti in direzione della Campania è del Gargano. Il vento dai quadranti occidentali si rafforzerà anche al sud, con conseguente abbassamento diffusa delle temperature.

TREND METEO INIZIO SETTIMANA
A partire da lunedì dovrebbe subentrare un graduale miglioramento, tuttavia le regioni del centro-nord continueranno a ricevere acquazzoni anche a carattere di rovescio temporale maggiormente probabili nelle ore centrali della giornata. Oltre alle zone interne però non escludiamo sconfinamenti in direzione di pianure e settori costieri. Per un miglioramento più consistente si dovrà attendere le giornate di martedì e soprattutto di mercoledì.

ULTERIORI TENDENZE
Il ritorno di un campo di alta pressione proveniente dal Nordafrica dovrebbe facilitare un consolidamento del bel tempo con afflusso d’aria calda temperatura in sensibile aumento specie tra le due isole maggiori al sud dove le commissioni climatiche si faranno decisamente estive.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*