Preallerta piano neve anche in Umbria, maltempo in arrivo

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbria, qualche nevicata fino a quote medio basse

Preallerta piano neve anche in Umbria, maltempo in arrivo

In base al bollettino meteo diramato dalla Protezione Civile, FS Italiane ha attivato a partire dal pomeriggio della giornata di domani, giovedì 10 gennaio, la fase di preallerta del Piano neve nelle Marche, in Umbria, Abruzzo e Molise. Al momento, è confermata la piena disponibilità di tutte le linee ferroviarie.

© Protetto da Copyright DMCA

I servizi commerciali potranno essere ridotti o subire modifiche in base al peggioramento delle condizioni meteo. Il Gruppo FS Italiane ha già predisposto il monitoraggio costante dell’infrastruttura ferroviaria, per assicurarne l’efficienza e garantirne la piena disponibilità per i servizi delle imprese ferroviarie e, quindi, la mobilità delle persone.

Per far fronte in maniera tempestiva a eventuali criticità provocate nelle prossime ore dal maltempo saranno attivi i Centri operativi territoriali nelle regioni interessate, coordinati dalle Sale Operative centrali di Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia.

Le azioni previste dal Gruppo FS Italiane: · presidi tecnici degli impianti nevralgici, con particolare attenzione ai nodi urbani ferroviari; · corse raschia-ghiaccio, per mantenere in efficienza i sistemi di alimentazione elettrica dei treni; · allertato il personale delle ditte appaltatrici per garantire la piena operatività degli spazi di stazione aperti al pubblico.

Oltre 50 persone, tra tecnici di RFI e delle ditte appaltatrici, sono pronte ad intervenire in caso di necessità per eseguire i controlli sull’infrastruttura e le attività di monitoraggio sugli impianti ferroviari. FS Italiane invita i viaggiatori a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni anche attraverso i canali di informazione del Gruppo, visitando il canale infomobilità del sito rfi.it, ascoltando FSNews Radio, o collegandosi a @fsnews.it, il profilo Twitter di FS.


Continuano gli effetti dell’area depressionaria che sta interessando il nostro Paese determinando un moderato peggioramento al centro-sud e un rinforzo dei venti di Favonio sull’area alpina ed occidentali sulle estreme regioni meridionali. Correnti di aria fredda provenienti dai Balcani favoriranno nevicate, fino a bassa quota, su Abruzzo e Molise, e, a quote superiori, su Sicilia, Calabria e Basilicata.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende il precedente.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi, mercoledì 9 gennaio, nevicate al di sopra dei 500-700 metri su Basilicata e Calabria, in estensione a Campania e Sardegna, con apporti al suolo generalmente moderati, fino ad abbondanti a quote montane.

Dalla tarda serata di oggi sono previste nevicate al di sopra dei 200 metri su Abruzzo e Molise, con apporti al suolo da deboli a moderati, fino ad abbondanti a quote collinari e montane.

Dal tardo pomeriggio si prevedono venti forti settentrionali, con raffiche di burrasca, su Veneto, Piemonte e Lombardia, specie sui settori alpini.
Inoltre persisteranno i venti forti dai quadranti occidentali, con raffiche di burrasca, su Sicilia e Calabria. Saranno possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, giovedì 10 gennaio, allerta gialla in Abruzzo, Calabria, Molise e su buona parte della Puglia e settori tirrenici della Sicilia.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*