Super anticiclone verso Mediterraneo con temperature in aumento, ma quanto durerà?

 
Chiama o scrivi in redazione


Anticiclone verso Mediterraneo temperature in aumento, quanto durerà?

Tempo in graduale miglioramento negli ultimi giorni

Le correnti atlantiche stanno perdendo di giorno in giorno la loro incisività all’interno del Mediterraneo centrale, impegnate più che altro a contrastare l’avanzata dell’Anticiclone più che a portare piogge sulla nostra Penisola. Il graduale miglioramento che si sta osservando negli ultimi giorni (oggi acquazzoni brevi e solo localizzati al centro-sud) infatti è dovuto anche grazie ad una nuova spinta dell’Anticiclone, visibile grazie ad un primo lieve aumento delle temperature al sud che si confermerà nei prossimi giorni anche sul resto d’Italia, grazie all’affermazione di un promontorio anticiclonico di origine africana sul nostro Paese, come vedremo nel prossimo paragrafo.

Affermazione di un campo anticiclonico sul Mediterraneo centrale per buona parte della prossima settimana

A partire dunque dalla giornata di lunedì 19 ottobre nonché dagli inizi della prossima settimana, sull’Italia va affermandosi un campo di Alta pressione di matrice africana che sancirà uno stop dal maltempo che potrebbe essere leggermente più longevo rispetto a quello subìto dallo stesso nei precedenti due episodi, come vedremo nel prossimo paragrafo. Tale struttura anticiclonica riporterà dunque condizioni di generale bel tempo sulla nostra Penisola, accompagnate da temperature in aumento su valori che si aggireranno attorno alla media del periodo o lievemente oltre portando così la classica ottobrata.

Quanto durerà l’Anticiclone?

Questa volta, come accennato anche in precedenza, sembrerebbe che l’Alta pressione possa durare più delle fatidiche 48 ore alle quali siamo stati abituati da precedenti episodi. Infatti, stando ai principali centri di calcolo, la campana anticiclonica dovrebbe raggiungere i suoi massimi per la giornata di mercoledì 21 ottobre, con le colonnine di mercurio che per quel giorno si attesteranno su valori decisamente miti, con cieli non per forza soleggiati. Sarà peraltro possibile qualche prima nebbia in Pianura Padana, grazie alle condizioni di subsidenza che caratterizzano una struttura di Alta pressione. Ciò fino ad almeno la giornata di giovedì 22 o venerdì 23 ottobre, dopodiché un cavo atlantico potrebbe riportare il maltempo quantomeno al nord.

Affondo perturbato sulla Penisola iberica causa di risposta una rimonta anticiclonica sulla nostra Penisola

La rimonta anticiclonica che andrà osservando la nostra Penisola nei prossimi giorni sarà dovuta essenzialmente ad un affondo perturbato che contestualmente interesserà le zone più occidentali del Mediterraneo e la Penisola iberica, con il moto ciclonico della saccatura che contribuirà a pescare masse d’aria calda dal settore nordafricano e “buttandole” direttamente sul nostro Paese./il meteo.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*