Generale Figliuolo in Umbria apprezza andamento della campagna vaccinale

 
Chiama o scrivi in redazione


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Generale Figliuolo in Umbria apprezza andamento della campagna vaccinale

Sono stati accolti questa mattina a Palazzo Donini dalla presidente della Regione Umbria,  Donatella Tesei, il commissario per l’emergenza Covid, generale Francesco Paolo Figliuolo e il capo della protezione civile, Fabrizio Curcio, oggi in visita in Umbria.

Dopo il saluto delle autorità hanno incontrato i rappresentanti della Task force Covid della Regione per fare il punto della situazione, presenti l’assessore regionale alla Salute e al Welfare, Luca Coletto, e alla Protezione civile, Enrico Melasecche, oltre al commissario per l’emergenza covid in Umbria, Massimo D’Angelo.

Nel corso dell’incontro il Generale Figliuolo si è complimentato per la capacità vaccinatoria e per i risultati che l’Umbria sta ottenendo (oltre 44 per cento della popolazione vaccinata, superiore alla media nazionale e circa il 90% dei vaccini ricevuti già utilizzati) e ha sottolineato l’importanza di non abbassare la guardia in questo momento in cui i risultati delle misure restrittive passate e delle vaccinazioni si stanno vedendo.

Dopo aver illustrato le caratteristiche della campagna vaccinale umbra, la presidente Tesei ha ringraziato Figliuolo e Curcio per la visita in Umbria e per “la continua e fattiva collaborazione”. Ha inoltre annunciato che nei prossimi giorni sarà avviata una campagna vaccinale a tappeto su tutta l’area del cratere sismico. Il generale ha poi visitato il punto vaccinale ubicato presso il centro fieristico di Bastia Umbra. Qui ha affermato che “con la piena sinergia tra Stato, Regioni, enti locali, enti fieristici, come in questo caso a Bastia Umbra, c’è l’Italia che vince, perché a vincere è la squadra. Dobbiamo continuare in squadra – ha aggiunto – non lasciando indietro nessuno, soprattutto i più vulnerabili, e l’Umbria sta riuscendo in questa direzione. Se continueremo su questa via – ha concluso Figliuolo – usciremo al più presto dalla logica emergenziale”.

Infine, il Generale si è recato all’Ospedale di Perugia per l’inaugurazione del Modular hospital, la struttura modulare realizzata con elementi prefabbricati e con annesse dotazioni impiantistiche e apparecchiature elettromedicali per il ricovero e il trattamento di 10 pazienti affetti da SARS Covid-19. Subito dopo ha salutato i sanitari dell’ospedale militare che lasceranno la città dopo circa 6 mesi di impegno.

La giornata si è conclusa con la visita al punto vaccinale di Solomeo, a Corciano. «È con il cuore pieno di gratitudine e di commozione che riceviamo la visita al Centro Vaccinale di Solomeo da parte del Generale Figliuolo. La sua opera, in questa sorta di “umana guerra” che vede il mondo intero combattere contro un nemico insidioso e tenace, è un esempio fulgido di dedizione e di coraggio, e a lui gli italiani, me per primo, debbono viva riconoscenza. Proprio grazie al suo esempio, in questa dolorosa congiuntura, ho sentito il desiderio di partecipare, per la mia parte, al processo di rinascita della nostra vita, con questo Centro Vaccinale, e spero che quanto abbiamo fatto in questo mio amato Borgo di Solomeo, dedicato allo Spirito del Creato, sia testimone del nostro amore per la dignità della persona umana».



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*