Festa Repubblica Italiana, Umbria ospite a Madrid “Passione Italia”

 
Chiama o scrivi in redazione


Festa Repubblica Italiana, Umbria ospite a Madrid “Passione Italia”

Festa Repubblica Italiana, Umbria ospite a Madrid “Passione Italia” L’Umbria è la regione ospite degli eventi legati alla Festa nazionale della Repubblica Italiana che si tiene a Madrid, dal primo al tre giugno, nell’ambito della decima edizione di “Passione Italia”. La manifestazione, che rappresenta il più grande appuntamento di promozione del Made in Italy in Spagna, è organizzata dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (“CCIS”) e dall’Ambasciata d’Italia.

L’Umbria è presente con un’ampia offerta turistica e enogastronomica e con la partecipazione di imprese del settore agroalimentare che, insieme alla delegazione guidata dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, hanno partecipato il 31 maggio, insieme agli ospiti italiani e spagnoli dell’ambasciatore italiano in Spagna, Stefano Sannino, alla cena in ambasciata per la serata in onore della Festa nazionale della repubblica. Per la serata lo chef Andrea Tiberi ha proposto un menù di prodotti e sapori interamente umbri.

Nel ringraziare  l’ambasciatore Sannino,  la presidente Marini nel corso del suo intervento  ha evidenziato  come “la scelta dell’Umbria come ospite della manifestazione rappresenti per la regione una occasione importante di collaborazione e  di promozione delle proprie eccellenze turistiche, agroalimentari ed enogastronomiche”.  Marini ha poi voluto rivolgere  un indirizzo di saluto anche al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, “per il lavoro e l’impegno profuso in queste settimane ad assicurare un Governo  alla Nazione che desse stabilità al Paese,  confermando l’Italia nella sua collocazione  internazionale, in Europa, nelle istituzioni europee e nell’Alleanza Atlantica  e ciò – ha sottolineato Marini – in un  quadro complesso determinato dall’esito del voto del 4 marzo scorso. Il 2 giugno – ha detto   la presidente – rappresenta una data fondamentale per la Repubblica italiana che vide la straordinaria partecipazione referendaria del popolo italiano, e per la prima volta delle donne, a favore della Repubblica.

Il 2 giugno – ha proseguito Marini – è anche la data simbolo che segna l’inizio della democrazia italiana dopo  il lungo ventennio del regime fascista che si era macchiato anche dell’infamia delle Leggi razziali ed aveva sciaguratamente coinvolto l’Italia nella tragedia della guerra mondiale. Il 2 giugno del 46 gli Italiani che parteciparono ala voto tornarono a sentirsi cittadini italiani mossi dalla passione civile e dall’impegno per dare al Paese istituzioni democratiche e finalmente  una straordinaria ed innovativa Carta Costituzionale nella quale l’incontro delle culture politiche liberali, cattoliche e socialiste diede un contributo lungimirante di idee, valori e principi nella definizione delle libertà, dei diritti e dei doveri, dell’organizzazione dei poteri dello Stato, del rispetto delle Autonomie dei Comuni e della previsione delle Regioni.

Quest’anno – ha concluso Marini – ricorre il settantesimo anniversario dell’entrata in vigore della Carta Costituzionale che deve continuare a rappresentare l’ancoraggio forte del nostro Paese nella democrazia, specie nella difficoltà attuale determinata dal diffondersi di sentimenti populistici ed euroscettici”.

Durante “Passione Italia” sono stati organizzati stand per la degustazione e vendita di prodotti umbri e un food truck dedicato alla preparazione e vendita di piatti legati alla tradizione culinaria della regione. Sono  stati inoltre avviati contati con la Regione Rioja per sviluppare progetti di promozione turistica.  La musica italiana è stata inoltre protagonista della manifestazione con concerti e dj-set. La nuova location scelta per questa edizione dell’iniziativa, il Matadero,  secondo gli organizzatori farà crescere il numero dei visitatori che dalla  prima edizione non ha smesso di aumentare e che lo scorso anno ha toccato una quota superiore alle 20 mila  persone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*