Elce, cittadini contro l’Arci, vogliono gestire loro l’area verde e il parco

Elce, cittadini contro l'Arci, voglio gestire loro l'area verde e il parco
Una foto del bar chiuso

Elce, cittadini contro l’Arci, vogliono gestire loro l’area verde e il parco. Antonio Lusi e Monica Capuzzo mancano già al parco di Elce. L’Arci ha rivoluto le chiavi dell’area verde Elce/Rimbocchi, ma i cittadini non ci stanno e chiedono che ad occuparsi del parco sia sempre l’Associazione Mirò di Antonio e Monica. Ieri si è svolta un’assemblea pubblica al parco indetta da un comitato di cittadini, al quale ha partecipato anche il vicesindaco di Perugia, Urbano Barelli.

Per capire bene quanto è successo: L’area verde di Elce/Rimbocchi e stata affidata fin dagli anni 90 dal comune che è il proprietario all’Arci. Quest’ultimo a sua volta nel luglio scorso l’ha data in gestione a tempo determinato all’Associazione Mirò. Nel corso di questi mesi Antonio e Monica si sono conquistati il cuore dei frequentatori del parco. Il verde e il bar ha ripreso vita, i cestini erano svuotati e poi cene oltre alla raccolta di fondi per l’acquisto di nuovi giochi per bambini.

L’Arci ora ha voluto indietro le chiavi dall’Associazione Mirò, ma i cittadini non ci stanno e hanno presentato una petizione firmata da 150 persone consegnata al vicesindaco. Non vogliono rimettere l’area nelle mani di chi non ha dimostrato le stesse capacità di Antonio e Monica.

«In questi (quasi) due mesi, ci abbiamo messo l’anima e tanta fatica fisica. Sin dalla prima sera capimmo che non sarebbe stata una passeggiata, ma comunque decidemmo di andare avanti con il programma che c’eravamo prefissati, seppure cambiando qualcosa in corsa. Il tempo a nostra disposizione è stato poco, ma fortunatamente, anche grazie a tanti nuovi e vecchi amici, ciò che sembrava un utopia, stava diventando realtà. Da oggi siamo fermi in attesa di una qualche decisione che ci auguriamo non sia unilaterale e/o pregiudiziale». E’ quanto ha scritto su Facebook Antonio Lusi.

Quanto hanno fatto Antonio e Monica è stato apprezzato dai frequentatori del parco è pubblicamente li ringraziano e sotto una foto con il bar chiuso, ricordando le giornate e serate trascorse insieme scrivono: «Antonio e Monica, ci mancate tanto».

Con l’assemblea pubblica di ieri si spera che qualcosa possa cambiare. «Noi vogliamo loro» – dicono. Oltre due ore di testimonianze ascoltate dal vicesindaco che si è impegnato di fare qualcosa perché il parco di Elce/Rimbocchi non è stato dimenticato dall’amministrazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*