I^ Guerra Mondiale 27 maggio Sotto la cenere libro di Gioacchino Nicoletti

i commilitoni rimangono diciottenni, i morti non muoiono mai

I Guerra Mondiale 27 maggio Sotto la cenere libro di Gioacchino Nicoletti

I^ Guerra Mondiale 27 maggio Sotto la cenere libro di Gioacchino Nicoletti

27 maggio, ore 17.30 Domus Pauperum corso Garibaldi 83, Perugia Presentazione della riedizione del volume sulla I Guerra Mondiale SOTTO LA CENERE di Gioacchino Nicoletti Coordina Fabio Versiglioni – Futura Edizioni Relatori Costanza Bondi – Curatrice Franco Bozzi – Storico Giuseppe Severini – Presidente di Sezione del Consiglio di Stato Se Gioacchino Nicoletti, invece di essere un giovane del ’97 appassionato di Patria e di politica, fosse stato un romanziere di professione, allora le struggenti descrizioni che appaiono in queste pagine avrebbero potuto costituire la base di un’opera letteraria indimenticabile.

Durante l’esilio in una casa versiliana, la penombra e il silenzio consentono all’autore di accedere alle proprie memorie di guerra in una sorta di “nunc stans”, ove tutto appare immutato e immutabile: i commilitoni rimangono diciottenni, i morti non muoiono mai, le auree dei luoghi si mantengono vive e incorrotte. Fluiscono i ricordi. Alieno da mediocri retoriche antistoriche, questo diario di guerra descrive il sentimento, la fede e il valore di un intellettuale diciottenne che accorre volontario.

Sebbene d’Annunzio lo avesse definito “Troppo magro, inadatto alla pugna”, il nostro giovanissimo ufficiale vive da protagonista il “finis Europae” affrontando la fatica, l’orrore, il tradimento, illuminato dalle fiaccole del dovere e dell’umanità. La trincea appare come luogo ove si apprende la massima lezione di eguaglianza, in cui gradi o posizioni gerarchiche non sono specchio delle reali personalità.

Commenta per primo

Rispondi