Economia ternana, ripresa del commercio estero, sia importazioni ed esportazioni

 
Chiama o scrivi in redazione


Economia ternana, ripresa del commercio estero, sia importazioni ed esportazioni
Image by geralt on Pixabay

Economia ternana, ripresa del commercio estero, sia importazioni ed esportazioni

Pubblicato oggi il Rapporto Statistico “Indicatori dell’economia ternana” realizzato dall’Osservatorio provinciale istituito in Prefettura ed al quale hanno partecipato Istat, Regione Umbria, Camera di Commercio, I.N.P.S. e Direzione Territoriale del Lavoro, con il contributo informativo della Banca d’Italia.

La pubblicazione – aggiornata al 30 giugno 2018 – mette in relazione i dati statistici ufficiali forniti da diversi enti ed amministrazioni operanti sul territorio e si propone di fornire agli enti pubblici ed agli operatori economici una documentata chiave di lettura dell’andamento dell’economia ternana.

I principali indicatori presi in esame nella pubblicazione riguardano la vitalità delle imprese, il commercio con l’estero, le dinamiche occupazionali e creditizie, gli ammortizzatori socialie il turismo.

Il documento, che si propone anche come esempio di una significativa collaborazione interistituzionale che aggiunge valore alle singole statistiche di ciascun ente, inserendole in una cornice più organica e completa, sarà disponibile on line sui siti di tutti gli enti e le amministrazioni che partecipano all’Osservatorio.

Nel primo semestre 2018 l’andamento dell’attività economica nella provincia di Terni presenta segno positivo in quasi tutti gli aspetti analizzati. Le indicazioni di ripresa risultano, però, disomogenee in quanto a intensità e continuità. Si assiste ad un aumento del numero delle imprese attive iscritte nei registri camerali, anche se in misura contenuta. Come in passato, la crescita delle attività imprenditoriali interessa il settore dei servizi mentre sono ancora in calo le unità produttive della manifattura e delle costruzioni.

Per quanto riguarda il commercio con l’estero, il primo semestre del 2018 mostra una ripresa sia delle importazioni che delle esportazioni. Le vendite sui mercati extra-nazionali sono consistenti nel made in Italy e nella chimica. Secondo i risultati dell’indagine Istat, nel periodo di riferimento il mercato del lavoro mostra moderati segnali di crescita con un aumento degli occupati e una diminuzione delle persone in cerca di lavoro.

L’andamento positivo dell’occupazione trova conferma nella crescita degli avviamenti attivati presso i Centri per l’impiego, limitatamente ai lavoratori italiani. Il ricorso alla cassa integrazione guadagni registra una diminuzione delle ore autorizzate sia ordinarie che straordinarie mentre si azzerano gli interventi autorizzativi di cassa in deroga.

Con riferimento al credito, si interrompe la crescita dei finanziamenti a favore delle imprese e diminuisce la quota delle esposizioni deteriorate. Il numero dei protesti si riduce sia come consistenza che come valore. Indicazioni positive provengono, infine, dal settore turistico, caratterizzato da una ripresa degli arrivi e delle presenze dei clienti, soprattutto stranieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*