Dopo lockdown, analisi impietosa, ma realistica quella di Granocchia

migliaia di attività commerciali che devono osservare norme rigide

 
Chiama o scrivi in redazione


Dopo lockdown, analisi impietosa, ma realistica quella di Granocchia

Giuliano Granocchia

di Giuliano Granocchia,
Presidente Confesercenti Umbria
Non sappiamo come riapriranno le scuole; il turismo estero praticamente scomparso; migliaia di attività commerciali che devono osservare norme rigide con costanti controlli; ristoranti, pub, pizzerie e simili che devono ridurre i posti a sedere per rispettare le norme sul distanziamento; tutte le attività chiamate a costante santificazione di uffici e attrezzature. Poi di colpo appare questo. Non importa la città dove accade. Importa che possa accadere tutto questo.

L’economia crolla, la disoccupazione raggiungerà livelli drammatici, gli Enti Locali dovranno affrontare una dura crisi fiscale. Ci bombardano quotidianamente dei rischi del ritorno massiccio dei contagi. Ma non fa niente.

Andiamo tutti tranquillamente nei mezzi pubblici. Sono controllati e sanificati. I lavoratori pendolari stiano tranquilli. Non passerà nessun controllo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*