Una rapida scorciatoia passando con l’auto sulle scalette di Sant’Ercolano

Una rapida scorciatoia passando con l’auto sulle scalette di Sant’Ercolano Ieri mattina, nella zona delle scalette di Scalette di Sant’Ercolano, qualcosa di strano lo avevamo notato. Cosa? Il paletto di ferro che separa la via Campo di Battaglia, passando per le scalette, per poi finire in Viale Indipendenza o nella zona pedonale di Corso Cavour, era stato spostato. Eh sì, non era più al suo posto, era stato staccato e si trovava poggiato sul muro laterale. Chissà come mai, avevamo chiesto? La risposta è arrivata direttamente dai ragazzi dell’Edicola 518 che sono riusciti a immortalare l’evento con il passaggio di due auto diverse.

«Durante 2 anni e mezzo di onorato servizio – dicono dall’edicola – le ho viste tutte in ambito di sosta selvaggia, disprezzo del patrimonio storico-artistico e di ogni senso civico…ma mi sono sempre rifugiato in una magra, umile consolazione: almeno le scale, in auto, non si possono salire. Da qualche mese però, anche l’ultimo tabù è stato sdoganato. Le scale sono basse, fatte storicamente per poter salire coi carri e allora, perché non percorrerle in auto? Si sale da via Campo Battaglia, si attraversano le scale in auto fra gli sguardi sbigottiti di pedoni e turisti e si esce direttamente in viale Indipendenza. Tu chiamale se vuoi… scorciatoie!»

Sarà una scorciatoia per finire subito in viale dell’Indipendenza? Certo, dal piazzale tra via Solitaria e via del Bovaro l’unica via d’uscita è la via Guerriera, che una volta percorsa rispunta il via XIV Settembre e per andare in Viale dell’Indipendenza occorre fare un lunghissimo giro visto che la strada del Tribunale è solo a senso unico verso Nord. Un’altra strada c’è ed è quella che passa dall’ascensore, ma spunta sempre in via XIV Settembre.

Gli automobilisti frettolosi per evitare il giro da via Ripa di Meana o dalla Galleria Pellini avran pensato bene di togliere il paletto che separa via Campo di Battaglia alla zona pedonale delle scalette, e transitarci sopra con l’auto. Ma una volta fatto si sono dileguati senza nemmeno rimettere a posto il paletto, tanto che lo stesso per un po’ di tempo è rimasto poggiato sul muro. Poi qualcuno di buona volontà lo ha sistemato. (M.Z.)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*