Tenta di uccidere la madre, il figlio sessantenne ora si trova in carcere

Tenta di uccidere la madre, il figlio sessantenne ora si trova in carcere

Tenta di uccidere la madre, il figlio sessantenne ora si trova in carcere
Il figlio sessantenne di Tordandrea ha parlato davanti ai carabinieri della compagnia di Assisi. Ha raccontato quello che aveva fatto alla madre di 83 anni. L’uomo di prima di colpire la donna a martellate ha atteso che il figlio uscisse di casa per andare a lavoro, poi è andato in garage da dove ha preso il martello per colpire l’anziana madre alla testa mentre ancora dormiva nell’abitazione di Tordandrea. Il sessantenne, pensionato, dopo averlo fatto è andato a costituirsi in caserma dicendo che aveva ucciso la madre. Ma la donna non era morta.

Con le poche forze rimaste è riuscita a dare l’allarme al nipote chiamandolo al cellulare, ed è subito corso a casa, trovando la donna sanguinante. E’ intervenuto il 118 che ha ricoverato la donna al Santa Maria della Misericordia dove le sono state riscontrate ferite al capo ma anche ad un braccio.

L’insano gesto sarebbe avvenuto come culmine di vari litigi, per motivi familiari, ma anche economici. L’anziana fortunatamente è viva, ha una frattura cranica ed emorragia cerebrale. Si trova due due giorni ricoverata nella Struttura complessa di Neurochirurgia, diretta dal dottor Corrado Castrioto. Potrebbe essere operata oggi. Le indagini dei carabinieri di Assisi – diretti dal capitano Giulia Maggi – sono coordinate dalla procura, pubblico ministero Manuela Comodi. L’uomo martedì è stato trasferito al carcere di Capanne.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
10 × 4 =