Sversamento liquami a Olmeto di Marsciano, scatta denuncia, titolare rischia arresto e multa saltissima

 
Chiama o scrivi in redazione


Sversamento liquami a Olmeto di Marsciano, scatta denuncia, titolare rischia arresto e multa saltissima

I Carabinieri Forestali di Marsciano hanno denunciato un cinquantenne in quanto è stato individuato come possibile responsabile di continui sversamenti di liquami provenienti da un allevamento di suini. La centrale operativa 1515, in orario serale, ha ricevuto la segnalazione di un presunto sversamento in un fosso in a Olmeto, nel comune di Marsciano.

  • Sul posto è stata inviata la pattuglia che ha rilevato subito un forte odore di liquami proveniente in una zona con folta vegetazione.

Nonostante le difficoltà dovute all’orario e alla vegetazione i militari, seguendo il flusso schiumoso e maleodorante, sono riusciti a risalire allo scarico.

A quel punto è stata coinvolta anche l’Agenzia Regionale per l’Ambiente dell’Umbria (ARPA) che ha inviato i propri tecnici per effettuare i rilievi. Subito dopo è stato anche individuato il proprietario del fondo ove era stata realizzata la conduttura i pvc. Intorno alla mezzanotte i tecnici, assistiti dai militari e con la presenza dei responsabili, hanno effettuato rilievi e campionamenti. Nei giorni seguenti sono state raccolte delle testimonianze, tante persone, anche organizzate in comitati di quartiere, che hanno riferito della presenza di cattivi odori nei giorni precedenti all’intervento dei Carabinieri Forestali.
  • Le analisi dei tecnici Arpa Umbria hanno riscontrato valori alti di inquinanti da ricondurre a liquami da reflui zootecnici.

© Protetto da Copyright DMCA

I militari, a seguito di indagini, hanno individuato il responsabile titolare dell’ azienda suinicola contestandogli il reato di cui all’art. 256 co.2 del d.lgs 152/2006; il reato è punito con la pena dell’arresto da 3 mesi a 1 anno o l’ammenda da 2.500 euro a 26.000 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*