Si voleva buttare da 7 metri, salvato da carabinieri e vigili del fuoco, il racconto

Si voleva buttare da 7 metri, salvato da carabinieri e vigili del fuoco, il racconto

Si voleva buttare da 7 metri, salvato da carabinieri e vigili del fuoco, il racconto

«Ce l’abbiamo fatta». E’ il racconto del carabiniere Emilio Gala, 23 anni, da poco in servizio alla stazione di Ponte San Giovanni. Il giovane militare si è ritrovato davanti al compito più difficile dal giorno del suo arruolamento: salvare una vita. I quotidiani della carta stampata di oggi riportano l’accaduto.

Un 18enne Perugino era in bilico sul cornicione del palazzo di un pub in via della Viola. Troppo alcol e la voglia di lasciarsi cadere. Il giovane era entrato poco prima. Il titolare, che lo conosceva di vista, non vedendolo più, è salito al piano superiore per cercarlo. Così ha visto che era uscito dalla finestra che si affaccia sulla piazzetta del Carmine e si era posizionato sopra due mattoni che sporgono dal muro dell’edificio. Preoccupato e temendo il peggio ha dato l’allarme.

Una notte infinita per i soccorritori, ma che oggi può essere raccontata con un lieto fine. Il giovane carabiniere faceva il turno 0-6 quando l’allarme è arrivato in caserma. Sul posto è arrivata una gazzella della stazione di Ponte San Giovanni.

Il carabiniere 23enne si è seduto accanto alla finestra, vicino al perugino, quasi coetaneo. Per parlare. E basta. Come un vecchio amico. Con lui c’era il collega l’appuntato scelto Alessandro Galassi, 51 anni. «Gli ho detto di stare tranquillo, di non mollare» – ha detto Emilio Gala. Ad assistere alla scesa numerose persone.

Nel frattempo è arrivata una squadra di vigili del fuoco. Massimo, il capo partenza della squadra dei vigili del fuoco ha detto: «Quando siamo arrivati un carabiniere già parlava con il giovane, c’era anche il 118. I vigili erano pronti per salire le scale, ma non lo hanno fatto subito perché la situazione era delicata. Ad un certo punto il ragazzo ha spinto la persiana che aveva dietro le spalle, verso il carabiniere che gli parlava e che riuscito a trattenerlo per un braccio mentre sembrava di cadere in avanti.

I vigili del fuoco grazie ai carabinieri hanno avuto il tempo di fare una manovra repentina bloccandolo al volo. Il ragazzo sotto di lui ha trovato le braccia di due pompieri che nel frattempo erano saliti sulle scale. Lo hanno stretto, aiutati da altri colleghi. Una vita così è stata salvata. Il ragazzo è stato fatto scendere e trasportato in ambulanza all’ospedale.

Commenta per primo

Rispondi