Raid e danneggiamenti in centro a Perugia e a Fontivegge, è ora di intervenire

Raid e danneggiamenti in centro a Perugia e a Fontivegge, è ora di intervenire

Raid e danneggiamenti in centro a Perugia e a Fontivegge, è ora di intervenire

“Il nuovo raid teppistico dei giorni scorsi in centro, con fioriere distrutte e cassonetti della nettezza urbana rovesciati, riporta alla ribalta la questione sicurezza e degrado nella nostra città. Oramai i fatti si ripetono con una frequenza disarmante – afferma Antonio Ribecco, responsabile di CasaPound – dagli incendi e i danni alle auto a Fontivegge, ai raid teppistici contro le attività commerciali in centro, il filo conduttore è unico: il mancato presidio del territorio da parte delle autorità preposte con i cittadini sempre più esasperati.”

“In questi mesi sono state censite telecamere private ed altre installate dal comune – continua il responsabile di CasaPound – ma in molti casi non fanno da deterrente come dimostrano gli ultimi fatti.

Serve quindi un presidio capillare del territorio attuando le leggi nazionali sulla sicurezza e un censimento degli appartamenti per vedere le reali locazioni e chi affitta in nero ai delinquenti, così da espellere dal territorio chi non ha i documenti in regola, mettendo in gioco allo stesso tempo incentivi per le attività commerciali della zona e ridare vita ai quartieri per combattere il degrado.”

“Queste nostre proposte – conclude Ribecco – erano presenti nel nostro programma elettorale  e tra l’altro sono quasi a costo zero per l’amministrazione, quindi  ci auguriamo che il nuovo consiglio comunale e la maggioranza ne facciano tesoro e le applichino per il bene dei perugini.”

Commenta per primo

Rispondi