Ragazzi uccisi dalla droga a Terni, funerale unico in cattedrale

 
Chiama o scrivi in redazione


Ragazzi uccisi dalla droga a Terni, funerale unico in cattedrale

Ragazzi uccisi dalla droga a Terni, funerale unico in cattedrale

Saranno celebrate lunedì 13 luglio alle ore 15.30 nella cattedrale di Terni le esequie di Flavio e Gianluca. A celebrare la liturgia funebre saranno don Alessandro Rossini, parroco della Cattedrale e già parroco di Santa Maria del Carmelo, e don Luca Andreani parroco di Santa Maria del Rivo. Insieme a loro concelebreranno i sacerdoti della parrocchia di Santa Maria del Carmelo che in questi ultimi anni hanno prestato il loro ministero dove frequentava la chiesa Gianluca.

Si ricorda che in base alle disposizioni per le celebrazioni nell’emergenza Covid 19, nella cattedrale di Terni potranno entrare 200 persone e sedersi solo nei posti indicati in verde, indossando la mascherina di protezione individuale e rispettando il distanziamento di almeno un metro. La celebrazione sarà diffusa in audio all’esterno della chiesa, dove si potrà partecipare sempre nel rispetto delle disposizioni sul distanziamento.

Per espresso desiderio e richiesta dei familiari dei due ragazzi, non sarà consentita la presenza degli organi d’informazione all’interno della cattedrale.

L’autopsia eseguita ieri all’istituto di medicina legale di Perugia non ha definitivamente chiarito cosa abbia provocato la morte dei due ragazzi di Terni.

L’ipotesi di un decesso legato all’uso di una sostanza tossica, rimane confermata. Se si sia però trattato di metadone o di codeina lo stabiliranno gli esami tossicologici.

I due minorenni, è emerso dalle indagini, erano sani e senza alcun tipo di malformazione o patologia evidente in atto.

L’autopsia è stata eseguita a Perugia dal medico legale Massimo Lancia, incaricato dalla procura.

Presente anche Laura Paglicci Reattelli, consulente della difesa del quarantuenne Aldo Maria Romboli, fermato dai carabinieri per avere ceduto del metadone diluito con acqua, in cambio di 15 euro, ai due ragazzi poche ore prima che morissero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*