Prostituta denunciata per estorsione a Bastia Umbra, vittima un settantenne

Albergo non a norma a Bastia Umbria, sanzioni per oltre seimila euro

E’ una ragazza nigeriana nata nel 1996 e residente a Foligno, non ha precedenti

Prostituta denunciata per estorsione a Bastia Umbra, vittima un settantenne

IlDirUjCom
Una ragazza, di origini africane molto bella e giovanissima, si infila dentro l’auto di un anziano davanti all’ufficio postale di Bastia Umbra e scoppia l’inferno. L’uomo, un settantenne del posto, chiede subito alla donna di scendere dalla sua vettura. La giovane non scende affatto, anzi, comincia a chiedere soldi per concedersi sessualmente o per andarsene. L’anziano si rifiuta e la prostituta comincia ad urlare e dimenarsi. Tutto questo, capite bene, in un luogo frequentatissimo e in pieno giorno. La donna si era infilata in auto mentre l’uomo era entrato nell’auto che era parcheggiata.

L’anziano signore cerca di calmarla

L’anziano signore cerca di calmarla e tira fuori dal portafogli una banconota da 10 euro. La peripatetica non ci sta chiede di più e si va avanti per alcuni minuti a trattare, nel più pieno imbarazzo dell’uomo che, di fatto, veniva ricattato da colei che gli si era infilata in auto. L’anziano tira fuori un’altra banconota, questa volta, da 50 euro, ma la giovane non ci sta ancora e continua ad urlare.

A questo punto il settantenne, letteralmente in preda al panico, prende il suo cellulare e chiama la Polizia di Stato.

La prostituta, visto come si stavano mettendo le cose, è scesa dall’auto ed è fuggita a piedi. Di lì a un attimo, danti alle poste, è arrivata una pattuglia della squadra volante del commissariato di Assisi, diretto dal vicequestore aggiunto, Francesca Di Luca.

L’anziano descrive la donna e gli agenti, senza esitare, si dirigono subito verso la stazione ferroviaria di Bastia Umbra. E lì trovano una giovane nigeriana. La donna, che risulta essere incensurata e residente a Foligno, è nata nel 1996. Con sé aveva soltanto i sessanta euro, una banconota da 10 e una 50.

I poliziotti l’hanno portata in commissariato e lì è stata denunciata per estorsione in base all’articolo del codice penale n° 629. La vicenda è avvenuta qualche giorno fa, ma se ne conosco i particolari solo ora.

Commenta per primo

Rispondi