Pronto Polizia, aiuto, ho perso l’auto e dentro c’era anche mia moglie

Pronto Polizia, aiuto, ho perso l'auto e dentro c'era anche mia moglie

Pronto Polizia, aiuto, ho perso l’auto e dentro c’era anche mia moglie Una storia curiosa da raccontare, diversa dalla normale routine e piuttosto divertente, ma non per chi si è ritrovato in difficoltà e nel cuore della notte. Un uomo chiama al 113 e chiede aiuto ai poliziotti. «Polizia, aiutatemi. Ho perso l’auto, non la ritrovo. E dentro c’era pure mia moglie». La notizia è riportata sul Messaggero Umbria di oggi a firma di Michele Milletti.

I poliziotti in sala operativa cercano di farlo parlare e di capire come intervenire. «Mi trovo in una situazione strana, e dovete assolutamente aiutarmi» continua a chiedere il cittadino che ha bisogno di aiuto. «Signore, mantenga la calma. Rifaccia il giro del parcheggio, faccia mente locale e vedrà che la ritrova». Cosa che in effetti sembra essere successa, dal momento che dopo aver salutato i poliziotti, il cittadino che aveva chiamato in preda al panico pare non essersi più fatto sentire.

Dopo un po’ – scrive ancora il quotidiano – ecco un’altra chiamata. Questa volta è una donna a chiedere aiuto. «Aiutatemi, sono di fuori regione e mi sono persa. Aiutatemi vi prego – continua la donna – mi sono persa la macchina». «Quindi signora – le chiede il poliziotto – si è persa in una zona che non conosce e ha perso la macchina?». «Sì – conclude la donna – e mi sono persa pure io». Ieri la notte delle stranezze.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
19 − 16 =