Polizia locale di Perugia avrà il Taser, approvato dal Consiglio comunale

Polizia locale di Perugia avrà il Taser, approvato dal Consiglio comunale

Polizia locale di Perugia avrà il Taser, approvato dal Consiglio comunale

Approvato con 19 voti a favore e 9 contrari dal Consiglio comunale, nella seduta del 12 settembre, l’ordine del giorno presentato da un consigliere di maggioranza, su “Effettiva dotazione per la Polizia Locale dell’arma a impulsi elettrici modello Taser X2”.

Partendo dai dati a livello nazionale e locale riguardanti la criminalità e la microcriminalità, gli istanti nell’atto sostengono la necessità di procedere ad un sempre più costante controllo del territorio grazie all’apporto di tutte le forze dell’ordine e della polizia locale. E’ tuttavia evidente che con l’aumento dei pattugliamenti salgano i rischi di subire aggressione da parte degli agenti di pubblica sicurezza. Ciò è accaduto anche ai rappresentanti della polizia locale di Perugia. Per tali ragioni, sostengono i proponenti, occorre dotare la polizia locale di strumenti e armi idonei alla propria protezione e, in particolare, il cosiddetto “Taser” o arma a impulsi elettrici, che ha lo scopo di immobilizzare eventuali aggressori.

In relazione a tale strumento il ministero dell’Interno ne ha deliberato l’utilizzo da parte della polizia di Stato a far data dal 14 marzo 2022; secondo i relatori i risultati che ne sono conseguiti dimostrano la bontà della soluzione adottata.

Facendo seguito all’approvazione da parte del Consiglio comunale della mozione sull’utilizzo del taser, delle modifiche apportate al regolamento del Corpo di polizia locale e alle linee generali adottate dalla conferenza unificata Stato-Regioni-Città, con l’odg i consiglieri chiedono di impegnare l’amministrazione:

-a produrre quanto prima tutti gli atti indicati dalla conferenza che consentano di giungere alla dotazione del taser in favore della polizia locale (protocollo d’intesa con Asl, formazione di due agenti, avvio fase di sperimentazione);

-a favorire e sostenere una rapida conclusione dell’iter relativo alla riforma della polizia locale che contenga le giuste garanzie di tutela dei diritti appartenenti al Corpo, in particolare equiparandoli a quelli dei colleghi delle altre forze dell’ordine.

“Siamo impazienti di vedere gli agenti della polizia locale di Perugia prestare servizio muniti dell’arma ad impulsi elettrici modello Taser X2. E’ passato un atto che proponevamo sin dai primi mesi del nostro insediamento e per il quale abbiamo sempre ottenuto l’appoggio coerente del resto della maggioranza che ringraziamo”. Ad affermarlo i consiglieri del Gruppo Lega Lorenzo Mattioni, Roberta Ricci, Luca Valigi e David Bonifazi all’indomani dell’approvazione in consiglio comunale dell’ordine del giorno sulla effettiva dotazione del Taser per la polizia locale di Perugia. “Rivendichiamo orgogliosamente – proseguono i consiglieri Lega – di aver voluto ed ottenuto uno strumento concreto che consentirà ai nostri agenti una difesa reale, preventiva e successiva rispetto a qualunque atto di aggressione. E’ inconcepibile quanto asserito dalla minoranza di sinistra che vorrebbe combattere comportamenti deliberatamente criminali ed antisociali con risposte che sanno di carezze. Siamo certi che l’amministrazione comunale e in particolare l’assessore alla sicurezza Luca Merli e il comandante della polizia locale Nicoletta Caponi, predisporranno un adeguato manuale d’utilizzo dell’arma, come richiediamo negli impegni, che sia al riparo da ogni contestazione, ivi compresa quella di una presunta incostituzionalità enunciata dal Movimento 5 stelle che leggendo l’intera pronuncia n 126/2022 della Corte Costituzionale, senza fermarsi ad una sommaria analisi, ci pare assolutamente insostenibile”. Non di minore importanza rispetto al Taser – concludono i consiglieri – sarà sostenere l’equiparazione delle tutele per la polizia locale rispetto a quelle delle altre forze di polizia, sostegno rispetto al quale abbiamo già registrato l’impegno del nostro senatore Simone Pillon”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*