Pauroso incidente nella notte a San Giustino, morti quattro ragazzi 🔴 VIDEO

Le vittime sono due ragazze, di 17 e 22 anni, e due ragazzi ventiduenni

Pauroso incidente nella notte a San Giustino, morti quattro ragazzi

Pauroso incidente nella notte a San Giustino, morti quattro ragazzi

Pauroso incidente nella notte – Quattro ragazzi, tutti giovanissimi tre 22enni e una diciasettenne, sono morti questa notte a San Giustino Umbro. La tragedia si è verificata in via Umbra, zona Altomare – appena fuori dalla E45 – dopo una festa, prima di arrivare in una discoteca. Tutti e quattro erano diretti in auto a Sansepolcro.

Pare che la Fiat Punto, a bordo della quale viaggiavano i quattro giovanissimi, sia scivolata sull’asfalto viscido su un tratto rettilineo, andando a finire con le ruote lungo il fosso, per poi schiantarsi contro il sostegno in cemento di un ponte.

Un incidente che non ha dato scampo a nessuno dei quattro. Le vittime sono due ragazze, di 17 e 22 anni, e due ragazzi ventiduenni. Si chiamavano Natasha Baldacci, che era alla guida, Gabriele MarghiNico Dolfi, tutti residenti a Città di Castello, e Luana Ballini, la 17enne, di Monte Santa Maria Tiberina.

Sul posto sono arrivati, avvistati da alcuni automobilisti, i Carabinieri di Città di Castello al seguito del luogotenente Fabrizio Capalti e quelli di San Giustino con il loro comandante, il maresciallo Viscito, più tante ambulanze, vigili del fuoco e personale Anas strade.

Per i soccorsi non c’è stato nulla da fare, i giovani sono morti sul posto. I sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne la morte. Da quanto se ne sa,  ci sarebbe un tratto di strada rettilineo e li sarebbe successa l’immane tragedia.

La strada è stata chiusa per tutta la notte poi all’alba è stata riaperta.

Trecento metri più a Sud, diversi anni fa, morirono altri 4 ragazzi. Nel dicembre del 1999 altri quattro giovani morirono in seguito a un incidente stradale avvenuto a pochi metri di distanza. Una lapide si trova nel luogo in cui 23 anni fa un’utilitaria finì contro un albero, causando il decesso di un ventenne e tre diciottenni. Un quinto ragazzo di 18 anni riuscì invece a salvarsi. L’incidente avvenne a circa 200-300 metri dal punto in cui la scorsa notte la vettura dei quattro ragazzi è finita contro il muro di contenimento del ponte.

C’è l’ipotesi che possa essere stata la strada bagnata la causa dell’incidente nel quale sono morti due ragazzi e due ragazze nella zona di San Giustino Umbro. Per ricostruire quanto successo sono al lavoro i carabinieri della compagnia di Città di Castello coordinati dalla Procura di Perugia. I corpi dei ragazzi si trovano all’obitorio dell’ospedale di Città di Castello, dove tanti amici si sono ritrovati sul posto per dare un saluto.


Il luogo della tragedia


Il cordoglio del sindaco Luca Secondi alle famiglie dei quattro giovani vittime dell’incidente stradale di San Giustino: “A Città di Castello oggi è il momento del dolore e del silenzio, ci stringiamo con grande affetto e rispetto alle famiglie colpite da questa terribile tragedia”. Annullati in segno di lutto tutti gli eventi organizzati per oggi dal Comune

“A Città di Castello oggi è il momento del dolore e del silenzio, ci stringiamo con grande affetto e rispetto alle famiglie colpite da questa terribile tragedia, alle quali a nome di tutta la comunità tifernate esprimiamo con un abbraccio la nostra sincera vicinanza e il nostro profondo cordoglio”. E’ quanto dichiara il sindaco Luca Secondi in merito all’incidente stradale avvenuto nella notte in località Altomare a San Giustino Umbro, nel quale hanno perso la vita quattro giovani tra i 17 e i 22 anni, di cui tre residenti a Città di Castello e uno a Monte Santa Maria Tiberina. “In segno di lutto abbiamo deciso di annullare tutti gli eventi organizzati per la giornata di oggi dal Comune e insieme alla giunta valuteremo il modo più rispettoso di testimoniare alle famiglie la vicinanza dell’intera comunità di Città di Castello”, sottolinea il sindaco, che in mattinata ha espresso personalmente alle famiglie coinvolte il cordoglio dell’amministrazione comunale.

“Un dramma che ha sconvolto il risveglio della nostra Comunità e ci ha lasciato tutti sgomenti, gettandoci in un dolore profondissimo. Ci stringiamo intorno alla famiglia di Luana e di tutte le altre famiglie coinvolte in questo momento straziante e indescrivibile. Si è trattato di una tragedia  imprevedibile, ma come Sindaco sento il dovere di chiedere a tutte le istituzioni e autorità competenti, di mettere in campo ogni azione possibile per aumentare la sicurezza delle nostre strade e promuovere la cultura della sicurezza stradale soprattutto tra i giovani, in ogni luogo, sia esso sociale o educativo”. E’ quanto dichiara il sindaco di Monte Santa Maria Tiberina, Letizia Michelini

LE PAROLE DEL VESCOVO LUCIANO PAOLUCCI BEDINI DOPO LA TRAGEDIA CHE HA COLPITO LA COMUNITÀ TIFERNATE
Davanti a questa terribile tragedia, che ha colpito quattro famiglie nel nostro territorio della diocesi di Città di Castello, vorrei esprimere a queste famiglie tutta la mia vicinanza e il cordoglio della nostra comunità ecclesiale. Il mio pensiero va a questi quattro ragazzi che hanno perso la vita – in una disgrazia imprevedibile -, giovanissimi che cercavano solo di poter vivere bene la loro vita. Credo che oggi sia il momento in cui tutta la comunità debba stringersi intorno a queste famiglie, a queste case che sono state devastate da un dolore immane, perché non si sentano sole e perché sentano che il loro è il dolore di tutti noi. Il nostro desiderio di sempre è quello che i giovani possano vivere sereni e crescere bene. La preghiera che la comunità cristiana oggi alza al Signore è una preghiera che chiede davvero di custodire questi figli, pur nella lontananza del distacco, perché tutti possano sentire l’abbraccio di un Dio che è Padre, che piange con noi i suoi figli e che consola i genitori dei ragazzi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*