Nuovo procuratore a Perugia, due i nomi in lizza, Borrelli o Prete

Nuovo procuratore a Perugia, due i nomi in lizza, Borrelli o Prete
Giuseppe Borrelli

Nuovo procuratore a Perugia, due i nomi in lizza, Borrelli o Prete

C’è, come si sa, anche la procura della Repubblica di Perugia tra quelle da coprire con la nuova nomina dopo il pensionamento di Luigi De Ficchy. Attualmente, reggente, è il sostituto procuratore Giuseppe Petrazzini. Uno dei due candidati forti per la procura di Perugia – quella che indaga sui magistrati romani – è Giuseppe Borrelli.

Borrelli – sempre se la scombussolamento provocato dalle intercettazioni di Palamara non cambierà le carte in tavolo anche in Umbria – dovrebbe giocarsela con Francesco Prete, attuale procuratore di Velletri. Entrambi sono di Unicost, la stessa corrente di Palamara ed erano in netto vantaggio sugli altri 18 candidati tra i quali il presidente dell” Anac Raffaele Cantone, che però non dovrebbe farcela e dovrebbe essere destinato a quella di Frosinone, e il procuratore di Spoleto Alessandro Cannevale.

Proprio Borrelli nei giorni scorsi ha presentato un esposto in seguito alla pubblicazione di un” intercettazione tra Palamara e il pm Cesare Sirignano in cui veniva tirato in ballo il suo nome.

Da Torino a Roma, il risiko delle nomine procuratori tempi si allungano, difficile che avvengano prima dell” estate, quindi.’ Il mercato” delle nomine messo su da politici e magistrati per l” assegnazione delle poltrone degli uffici giudiziari rischia seriamente di rallentare ulteriormente l” assegnazione dei posti scoperti, se non di bloccarla fin quando non verrà riformato il Csm, lasciando le procure prive di vertice.


Da IL Mattino di Napoli

Giuseppe Borrelli ha presentato un esposto alla procura di Perugia

In seguito alle indiscrezioni sul colloquio tra Luca Palamara e Cesare Sirignano nel quale è stato tirato in ballo, il procuratore aggiunto di Napoli Giuseppe Borrelli ha presentato un esposto alla procura di Perugia, allegando anche una registrazione. Lo scrive La Nazione sulle pagine locali. «Apprendo con sorpresa e indignazione che mi sono state attribuite affermazioni mai pronunziate e intenzioni mai nutrite – afferma Borrelli, secondo quanto riporta il quotidiano -, nell’ambito di una vicenda alla quale sono completamente estraneo. Da giorni ho provveduto a depositare al procuratore della Repubblica la documentazione comprovante la mia più totale estraneità a quei fatti, per l’inoltro della stessa agli Organi competenti. Ho già dato mandato per tutelare in ogni sede giudiziaria la mia onorabilità di uomo e magistrato». Borrelli è uno dei venti magistrati che ha presentato domanda per concorrere al posto di procuratore di Perugia, dopo il pensionamento di Luigi De Ficchy. Della nomina per il vertice della procura del capoluogo umbro si parla anche in un’intercettazione riportata sempre dalla Nazione…

Commenta per primo

Rispondi