Muore a Perugia, sospetta overdose nella notte, l’amico distrugge l’elettrocardiografo

Muore a Perugia, sospetta overdose nella notte, l'amico distrugge l’elettrocardiogramma

Muore a Perugia, sospetta overdose nella notte, l’amico distrugge l’elettrocardiografo

Si trovava in quell’appartamento, tra via del Macello e via Sicilia, per dei lavori di imbiancatura in uno stabile della zona, ma viveva a Perugia con moglie e figli. Ennesima tragedia causata dalla droga nella notte tra sabato e domenica. La vittima stavolta è un 41enne peruviano. A chiamare i soccorsi è stato il proprietario dell’appartamento che lo aveva ospitato sabato sera insieme a un altro straniero, di origine magrebina.

Il peruviano addosso aveva della droga, molto probabilmente eroina. Nessuna siringa, ma l’ipotesi che ad ucciderlo possa essere stata la droga sniffata. Il personale del 118 è arrivato sul posto e non ha potuto fare altri che constatare il decesso. A questo si è unita la rabbia dell’altro amico presente che ha dato in escandescenze distruggendo il costoso apparecchio per eseguire l’elettrocardiogramma. E’ stato bloccato dalla polizia e sarà denunciato.

L’autopsia sarà eseguita sul corpo del peruviano morto dal dottor Sergio Scalise. Le indagini affidate alla squadra mobile invece puntano a ricostruire la dinamica degli eventi. Sia il proprietario dell’appartamento che il magrebino sono stati sentiti dagli investigatori. Il cellulare del peruviano sarà analizzato per capire come e da chi abbia acquistato lo stupefacente.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
1 × 23 =