Interventi su sentieri montani per il soccorso ad escursionisti infortunati

Il lavoro di soccorso ha riguardato il territorio umbro

 
Chiama o scrivi in redazione


Interventi su sentieri montani per il soccorso alpino e speleologico Umbria

Interventi su sentieri montani per il soccorso ad escursionisti infortunati

Nel fine settimana appena conclusosi, con la ripresa della stagione di maggiore attività outdoor, il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) è stato impegnato in diversi interventi per la ricerca di tre escursionisti per mancato rientro e due allertamenti per infortuni.

La Centrale Unica Regionale del 118 ha richiesto l’intervento del SASU per una escursionista caduta lungo il sentiero che da Campello sul Clitunno conduce all’eremo francescano. Due squadre del SASU provenienti da Spoleto e Foligno composte da tecnici, operatori e sanitari, hanno raggiunto la donna e, prestatele le prime cure, la hanno immobilizzato sulla speciale barella portantina in dotazione del SASU e trasportata mediante tecniche alpinistiche fino al mezzo del SASU e così condotta all’ospedale di Foligno.

Successivamente, la chiamata è giunta direttamente al Soccorso Alpino e Speleologico per un biker infortunatosi lungo il sentiero delle Terre Mutate tra Campi e Sant’Eutizio. Sul posto con immediatezza si sono recate le squadre in presidio a Castelluccio di Norcia e in Valnerina, nella configurazione completa che, accertate le condizioni dell’uomo, lo hanno trasportato con il mezzo del SASU fino a Visso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*