Inquinamento PM10, nel 2017 nella Conca Ternana sforati i limiti

 
Chiama o scrivi in redazione


Legambiente su emergenza qualità dell’aria, PM10 alte a Terni

Inquinamento PM10, nel 2017 nella Conca Ternana sforati i limiti

© Protetto da Copyright DMCA

In Umbria e in particolare nella Conca Ternana nel 2017 sono stati sforati i limiti giornalieri di PM10 previsti. E’ quanto si legge nel rapporto annuale del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa), formato dalle Arpa regionali e dall’Ispra, presentato stamani a Roma relativo ai dati 2017.

Gli sforamenti sono per lo più limitati a specifiche aree, dove esistono localmente fonti emissive significative e condizioni meteorologiche che favoriscono l’accumulo degli inquinanti. I limiti sono stati sforati anche nelle regioni del bacino padano (Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna) e in Campania.

L’andamento delle concentrazioni del particolato PM10 nel medio periodo (2008-2017), si legge nel rapporto, è generalmente decrescente. Nel 2017 i limiti previsti dalla normativa non sono stati rispettati in gran parte del territorio nazionale. I superamenti interessano anche, con frequenza e diffusione minore, oltre alla Conca Ternana, anche il Friuli (Pianura, Pordenone e Provincia), la Toscana (provincia di Lucca e di Pistoia), il Lazio (Valle del Sacco)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*