Incendio a Borgo Colognola, i proprietari, i giornali hanno esagerato

Incendio a Borgo Colognola, i proprietari, i giornali hanno esagerato

Buonasera,
a fronte della notizia pubblicata su alcune testate online locali circa l’incendio verificatosi nella notte tra il 24 e il 25 settembre u.s. presso la dimora storica Borgo Colognola, ci vediamo costretti ad effettuare alcune precisazioni finalizzate a smentire le tante esagerazioni e inesattezze riportate negli articoli in commento, anche tenuto conto che nessun giornalista ci ha interpellato per conoscere l’effettiva dinamica dei fatti e la situazione in generale né, tanto meno, è venuto sul posto per verificare l’accaduto. 

In estrema sintesi è accaduto quanto segue: le fiamme, divampate nella notte tra lunedì e martedì all’interno della proprietà della nostra famiglia, proprietaria della dimora storica Borgo Colognolanon hanno interessato il corpo principale, ovvero quello adibito ad agriturismo e a location per matrimoni, ma ha riguardato un separato fabbricato, i cui locali non sono destinati ad attività ricettiva (quello spazio non è stato, infatti, mai utilizzato da alcun ospite).

Leggi anche – Fiamme nella notte a Borgo Colognola di Perugia, crolla tetto e solaio [Video]

Per questo frasi come quelle riportate dalle cennate testate online tipoNon ci sono comunque danni a persone tenuto conto del fatto che fortunatamente non c’erano persone presenti in quel posto al momento dell’accaduto” o “Fortunatamente non ci sono persone coinvolte, quella parte di struttura era vuota al momento dell’incendio” risultano assolutamente fuorvianti e, purtroppo, hanno l’effetto di spaventare la nostra Clientela, mentre, lo si ribadisce, negli ambiti in cui si è scatenato l’incendio non si è mai svolta attività ricettiva.

Parimenti fuorvianti ma anche totalmente inesatti sono titoli come La nota struttura è stata colpita da un vasto incendio” o come l’URL di una delle dette pagine web “perugia-la-location-dei-matrimoni-borgo-colognola-andata-fuoco” in quanto possiamo assicurare che la location è integra, sicura ed efficiente.

Del resto non è corretta neppure l’affermazione secondo cuiI vigili del fuoco di Perugia, intervenuti sul posto, hanno dovuto impiegare 12 uomini per potere domare l’incendio che ha interessato l’area del magazzino ma anche la zona di ingresso e il tetto”: la zona di ingresso e il tetto della struttura ricettiva non sono stati minimamente interessati dalle fiamme, che hanno riguardato – non ci stancheremo mai di ripeterlo – un separato fabbricato che funge sostanzialmente da “pertinenza” della struttura ricettiva vera e propria.

Tuttavia, in ragione dei titoli sensazionalistici e di impatto utilizzati, le web-news hanno facilmente fatto presa sui lettori, diffondendosi in poche ore fino a raggiungere – come prevedibile – anche nostri clienti e persone interessate a diventarlo. L’effetto negativo che tali inesatte notizie stanno avendo sulla nostra attività è notevole: ad esempio, annullamento di prenotazioni all’agriturismo, annullamento di appuntamenti già fissati per visionare la location in vista di matrimoni, telefonate preoccupate da parte dei nostri fornitori.

Ci siamo trovati costretti a chiedere, quindi, una rettifica immediata alle tre testate online coinvolte nel tentativo di limitare i danni, ma ovviamente ciò non potrà mai avere lo stesso impatto mediatico delle notizie già diffuse.

Per quanto precede ci auguriamo che la Vostra testata sia interessata a scrivere un breve articolo per descrivere con esattezza e precisione l’accaduto, con la nostra piena disponibilità a rilasciare eventualmente altre dichiarazioni, confidando nella Vostra attenzione per evitare che la nostra attività subisca altri danni, dopo che, due anni fa, l’intera Umbria è stata cancellata dalle tratte turistiche anche a seguito delle notizie nazionali ed internazionali che non avevano saputo spiegare che il tremendo fenomeno sismico aveva colpito gravemente soltanto un zona limitata della nostra Regione.

In quel caso, di portata certamente più vasta e senz’altro molto più grave di quello che ha colpito la nostra proprietà, le Istituzioni stesse avevano censurato il modo con cui i media avevano gestito la situazione, andando ad aggiungere un ulteriore danno economico a quelli, gravissimi, causati dal sisma. 

Auspichiamo, pertanto, con riguardo all’evento occorsoci, che possiate far sì che la verità dei fatti venga alla luce e che la nostra attività non subisca, oltre il danno, anche la beffa, tenuto conto peraltro che ci siamo sin da subito attivati per mettere in sicurezza, d’intesa con i Vigili del Fuoco, il fabbricato e che stiamo approntando quanto necessario per iniziare quanto prima le opere di riparazione dello stesso.

Grati per l’attenzione, restiamo in attesa di una vostra cortese risposta.

Distinti saluti.
Luigi Dominici 

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*