Frase shock, sparate alle guardie WWF, nessun rinvio a giudizio

 
Chiama o scrivi in redazione


Frase shock, sparate alle guardie WWF, nessun rinvio a giudizio

Si apprende con stupore, che il Consigliere Regionale Fiorini Emanuele, affermerebbe sulla sua pagina facebook e anche a mezzo della stampa, che alcune Guardie WWF, nello specifico il coordinatore regionale Sauro Presenzini, sarebbe stato rinviato a giudizio per l’ipotesi di “Usurpazione di Titolo”.

Di più, il Fiorini afferma altresì, che allo stesso Presenzini sarebbe anche stato revocato il Decreto di Guardia ittico-venatoria e non contento, accusa la Provincia di Perugia di non aver svolto il proprio dovere, stigmatizzando con soddisfazione che la funzionaria responsabile, sarebbe stata rimossa dall’incarico.

Il Coordinamento Regionale delle Guardie Giurate del WWF, smentisce in radice tali notizie.
Ad oggi, nessuna notifica è mai giunta al WWF per il rinvio a giudizio, per una vicenda ed una tesi bizzarra di incolpazione, tutta da dimostrare.

Le Guardie WWF, TUTTE LE GUARDIE WWF, stanno operando fin dall’apertura di questa stagione venatoria.
Ad oggi, nessuna Guardia è mai stata sospesa e/o revocata, compreso il Coordinatore Sauro Presenzini, che con la consueta costanza da ormai oltre 30 anni, continueranno a svolgere i controlli ambientali, ittici e venatori anche nei prossimi giorni.

Per quanto riguarda la diffusione di notizie non rispondenti al vero, ognuno nelle sedi opportune risponderà delle affermazioni fatte e diffuse attraverso la stampa e i social.

Poiché è iniziata da qualche tempo la campagna elettorale, se alcune forze politiche intendono utilizzare tali notizie per i loro scopi elettorali, per ingraziarsi il voto dei cacciatori, sappiano che gli avvocati del WWF stanno già provvedendo a querelare sia chi diffonde notizie false, sia chi istiga all’odio e alla violenza, come accaduto attraverso i social (a commento del post di Fiorini), un soggetto già individuato, “invita per le vie brevi” …a sparare alle Guardie WWF!!!

Fiorini, non casualmente e con chiara e opportuna tempistica elettorale, diffonde solo oggi un video realizzato oltre un anno fa, con il chiaro scopo di usarlo (legittimamente) per la sua campagna elettorale.

Quello che non è invece tollerabile, è l’uso strumentale di notizie, ad oggi totalmente infondate, di cui ognuno risponderà nelle sedi opportune, anche per la palese violazione della privacy, “sbattendo il mostro in prima pagina”, anticipando un ipotetico giudizio, tutto da discutere e dimostrare.

Le Guardie del WWF, sono ben abituate a ricevere/incassare denunce a fronte della loro attività, vissuta da parte dei soggetti controllati, con palese insofferenza.

L’ultima denuncia presentata da un cacciatore di S. Eraclio contro le Guardie del WWF, per abuso d’ufficio e omissione d’atti è stata archiviata 20 giorni fa, ma lo stesso Procuratore della Repubblica, ha poi provveduto d’ufficio, di sua iniziativa, ad indagare lo stesso per calunnia, oltre ovviamente alle due autonome querele da parte del Presenzini e del WWF, che si costituirà in Giudizio come parte civile.

Coordinamento Regionale
Guardie Giurate WWF Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*