Foto su Facebook dopo presunta violenza a badante, arrestato

 
Chiama o scrivi in redazione


Foto su Facebook dopo presunta violenza a badante, arrestato

Foto su Facebook dopo presunta violenza a badante, arrestato

Agli arresti domiciliari, a Gualdo Tadino, per una condanna definitiva, un quarantenne dell” est europeo avrebbe picchiato e violentato una donna che lavorava a casa sua come badante. Pubblicando poi su Facebook una foto della vittima legata. Immagine notata dalla figlia di quest” ultima che ha dato l” allarme, con i carabinieri che hanno quindi arrestato l” uomo. A riportare la notizia è oggi La Nazione.

Gli investigatori mantengono un riserbo assoluto su quanto accaduto. La donna – riferisce il quotidiano – è stata affidata alle cure mediche e per lei è stato attivato il codice rosa. Lo straniero era agli arresti domiciliari per precedenti di violenza consumati anche nell” ambito familiare, e stava finendo di scontare in Umbria condanne definitive per fatti avvenuti una decina di anni fa quando viveva in Sicilia e una per furto a Gualdo Tadino, più recentemente.

Con modalità ancora da chiarire, nei giorni scorsi avrebbe offerto alla presunta vittima un lavoro da badante e mercoledì sarebbe avvenuta la violenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*