Era scomparso sul Monte Serrasanta, ritrovato semiassiderato ma vivo

 
Chiama o scrivi in redazione


Era scomparso sul Monte Serrasanta, ritrovato semiassiderato ma vivo

Era scomparso sul Monte Serrasanta, ritrovato semiassiderato ma vivo

Un uomo di 40 anni, di Gualdo Tadino, era scomparso da casa ieri mattina alle 11 e, da allora, noin aveva più dato notizie di sè. Le ricerche erano scattate, come prevede il protocollo di soccorso, e sulle sue tracce si erano messi i vigili del fuoco di Gaifana, il personale Tas, l’elicottero Drago da Arezzo i Carabinieri e i soccorritori esperti del Sasu.

Il 40enne, semiassiderato ma vivo, è stato trovato stamani proprio dal personale del Soccorso alpino speleologico dell’Umbria, come riferisce Matteo Moriconi che riferisce anche che sul posto era arrivato il Cor, coordinatore delle ricerche e il personale esperto in cartografia. Più tecnici di ricerca e i cani molecolari del Sasu.

Sul posto anche la protezione civile.

«Intorno alle 8:30 di questa mattina – racconta Matteo Moriconi -, dopo una ricerca incessante ed ininterrotta anche durante la notte, il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) ha trovato l’uomo che si era disperso nella giornata di ieri nella zona del Monte Serrasanta, nel comune di Gualdo Tadino (PG)».

L’attività di ricerca del disperso in area impervia – come previsto dalla legge nazionale di competenza del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico -, è stata condotta dalle squadre del SASU composte da tecnici, operatori e sanitari, dal personale esperto di ricerche del SASU: il COR (Coordinatore delle ricerche), i cartografi, i tecnici di ricerca e l’unità cinofila con cani molecolari.

«Sono stati proprio i cani molecolari – aggiunge – che hanno tracciato il percorso effettuato dal disperso e lo hanno individuato all’interno di un canalone.
I tecnici del SASU, dunque, hanno raggiunto l’uomo che è stato stabilizzato sulla speciale barella portantina in dotazione del SASU ed è così stato recuperato dall’elisoccorso Icaro02, con a bordo un medico anestetista rianimatore, un infermiere ed un tecnico di elisoccorso del soccorso alpino e speleologico.
Presenti i Carabinieri, Protezione Civile e Vigili del Fuoco. L’uomo è stato portato all’ospedale di Branca».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*