E’ morta la nostra collega, la giornalista Roberta Bistocchi

 
Chiama o scrivi in redazione


E’ morta la nostra collega, la giornalista Roberta Bistocchi

E’ morta la nostra collega, la giornalista Roberta Bistocchi

Scrivere un articolo quando tocca profondamente il cuore è davvero complicato. Con le lacrime agli occhi e con una dose di coraggio, oggi si fa.

E’ morta Roberta Bistocchi! Eh? Come? Chi? Cosa stai dicendo? Sono state queste le prime parole pronunciate quando la nipote ce lo ha comunicato.

Sì, la Roby di Bastia e Dintorni, non c’è più. Quanti di noi l’avranno vista in televisione, in giro per la città, al Palio De San Michele? Nel film di Raffaella Covino: “Dammi una mano”? Sì, lei. Proprio lei! Non sembra vero, ma purtroppo è così.

Così giovane e bella si è arresa, o meglio, non ha avuto il tempo di lottare, perché tutto è stato all’improvviso e noi, i suoi amici, non sapevano nulla. In silenzio se n’è andata e, in silenzio, senza dire nulla è volata via.

Stava male e non l’aveva detto a nessuno. Lo sapevano solo i suoi familiari più intimi e lei, nonostante tutto aveva continuato la sua vita di sempre fino al Palio di San Michele di quest’anno. Era lì, l’avevamo vista, e faceva la sua parte di sempre, quello di presentatrice. Come non ricordare la sua voce al Palio di ogni anno?

Roberta viveva in Umbria era di Bastia Umbra e qui si era fatta conoscere per i suoi modi, gentili e garbati. Dove passava lei c’era sempre il sorriso e l’allegria.

A pieni voti, tramite noi, era diventata giornalista, e conduceva tutte le sue trasmissioni brillantemente. Voleva il tesserino di giornalista e lo ha ottenuto, studiando e preparandosi.

Aveva un cancro Roberta, uno di quei mostri che fanno paura e che non dà tregua. Ora, pensandoci bene, capiamo tante cose e il perché dei suoi cambiamenti. Tutto è cominciato due anni fa. E’ stato lì che ha avuto il primo problema. Operata, sembrava tutto ok. Era ok, tant’è che aveva continuato il suo lavoro di sempre.

Un giorno si presenta con un taglio di capelli corti e lei sorridendo: «Li ho tagliati, devo cambiare, aria fresca». Non pensavano che l’avesse fatto per quel motivo. Non immaginavamo mai, anche perché non aveva fatto capire nulla. Lamentava qualche dolorino alle mani, ma nulla aveva fatto pensare una cosa simile.

Era in cura a Ferrara, città del marito, dove ogni tanto si recava. Ultimamente stava più in Emilia che in Umbria. Stava bene! Ma 20 giorni fa, in un controllo, ha scoperto che era di nuovo tornato.

Ma questa volta più aggressivo! Roberta, non ha avuto il tempo di reagire. Era già tardi e oggi è volata in cielo, per sempre, lasciando tutti noi increduli.

I funerali si svolgeranno a Ferrara e sarà seppellita lì per volontà della famiglia. Roberta era sposata con Arturo Pellegrini, noto professionista televisivo. Lascia una bambina di pochi anni. E noi abbracciamo tutta la famiglia, Arturo e la piccola Azzurra. (Marcello Migliosi e Morena Zingales)

Roberta con il marito Arturo
Roberta durante il Palio De San Michele 2019

2 Commenti

  1. La scomparsa di ROBERTA mi riempie di tristezza.
    Era una bravissima persona..educata piena di energia preparata e di gioia di vivere.
    Ricordo quante lunghissime telefonate mi faceva per parlare di politica di giornalismo dell’Umbria e della sua amatissima BASTIA.
    Il suo era un cognome importante a Bastia..BISTOCCHI.famiglie stimate nella nostra città.
    Grazie a MARCELLO E MORENA x l’articolo che hanno sritto in suo ricordo.
    Ciao ROBERTA.
    Giancarlo Lunghi

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*