Droga in Perù, Riccardo Capecchi lascerà il carcere, accusato ingiustamente

 
Chiama o scrivi in redazione


Droga in Perù, Riccardo Capecchi lascerà il carcere, accusato ingiustamente

Riccardo Capecchi, 41enne di Castiglione del Lago, arrestato e rinchiuso dal 20 maggio del 2019 nel carcere di Lima, uscirà dalla cella e sarà libero. Il fotografo castiglionese è stato accusato ingiustamente di essere un pericoloso narcotrafficante coinvolto nello smercio di quasi 300 chili di cocaina. I magistrati alla fine hanno riconosciuto la sua innocenza chiedendo l’archiviazione delle accuse contro di lui. Per Riccardo è stato disposto l’obbligo di firma in attesa dell’udienza per la richiesta di archiviazione, fissata per il 5 marzo.

Il tutto è iniziato con quello che lui ha sempre dichiarato essere stato un raggiro: l’ingaggio per realizzare il reportage di una sorta di viaggio avventura nei paesaggi del Perù. Il pick-up che i committenti registrano a suo nome sarà lo stesso che la polizia peruviana perquisirà trovandolo imbottito di panetti di droga.

Si ritrova accusato di essere un componente della banda dei «Romanos» così viene chiamata l’operazione nella quale vengono arrestati altri 5 italiani, tra cui appunto coloro che avevano contattato Riccardo in Italia coinvolgendolo con la storia del reportage.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*