Dopo l’emergenza sanitaria ora il tema sicurezza urbana e micro criminalità

È quanto dichiara il consigliere regionale della Lega Umbria Manuela Puletti

Dopo emergenza sanitaria, il tema sicurezza urbana e microcrimine

Dopo l’emergenza – “Dopo l’emergenza sanitaria è necessario rimettere al centro dell’agenda politica il tema della sicurezza urbana e micro criminalità”. È quanto dichiara il consigliere regionale della Lega Umbria Manuela Puletti, annunciando di aver depositato una mozione per impegnare la Giunta “a procedere nell’aggiornamento e la revisione della legge regionale in materia di Polizia Locale (‘1/2005’)”. “Serve coinvolgere in questo percorso – spiega Puletti – le Amministrazioni Comunali e i rappresentanti sindacali degli agenti di polizia municipale nell’ottica di rendere la normativa regionale più adatta a fronteggiare le esigenze di sicurezza quotidianamente richiesta dai cittadini umbri. Garantire la legalità e l’ordine pubblico a tutela dell’incolumità dei cittadini e a salvaguardia del tessuto economico-imprenditoriale locale, è sempre stato obiettivo primario per la Lega.

Una banca del latte materno in Umbria, proposta di legge Puletti (Lega)
Manuela Puletti

In considerazione dei recenti episodi di furti e aggressioni che si sono verificati in diverse città dell’Umbria, è necessario mettere in campo un maggiore impegno per rafforzare la Polizia Locale e ottimizzare il lavoro degli agenti nella loro funzione indispensabile di presidio del territorio di servizio di prossimità”. “La mozione presentata – continua Puletti – va nella direzione di aggiornare il quadro normativo regionale vigente e assicurare maggiore uniformità nelle azioni di potenziamento degli organici e dell’equipaggiamento a disposizione degli agenti, oltre che garantire le condizioni per una riorganizzazione dei servizi di controllo sul territorio sempre più capillari e in grado di rispondere alla crescente richiesta di sicurezza proveniente dalla cittadinanza”.

“Le amministrazioni comunali guidate da sindaci della Lega – prosegue Puletti – hanno già attuato importanti provvedimenti in tal senso. A Foligno gli agenti verranno dotati di body cam, spray al peperoncino, bastoni estendibili, caschi preventivi per casi difficili, giubbotti di protezione e guanti anti taglio. A Marsciano è stato rivisitato il regolamento che vietava l’armamento della Polizia Locale, mentre a Umbertide si è provveduto a rafforzare organico e dotazioni. Rilevante l’impegno sul tema della sicurezza profuso dalla Lega nei due capoluoghi di provincia: a Terni attraverso l’implementazione dei sistemi di videosorveglianza e a Perugia con l’attenzione riservata in particolare alle criticità espresse dal quartiere di Fontivegge”.

“Ritengo necessario – conclude Puletti – che a queste iniziative intraprese dalle singole municipalità venga affiancata da parte della Regione Umbria un’azione di coordinamento nell’ambito delle proprie competenze. Per garantire ai Comuni un appoggio fondamentale nella battaglia quotidiana alla microcriminalità, servono regole ben precise, serve rafforzare l’ordine per mettere in sicurezza sia i cittadini che gli agenti stessi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*