Donna picchiata da un ragazzino per vendetta: «A Castel del Piano non si vive più»

Donna picchiata da un ragazzino per vendetta: «A Castel del Piano non si vive più»

Donna picchiata da un ragazzino per vendetta: «A Castel del Piano non si vive più»

«Tornando dal lavoro sono stata aggredita con un pugno in faccia sempre dallo stesso ragazzo». A scrivere questo nel gruppo Facebook, Sei di Castel del Piano se…, è una residente che racconta quanto sia diventata pesante la presenza di un gruppetto di ragazzini nel quartiere.

«Ero al parco – scrive – hanno lanciato i petardi contro mio figlio di 7 anni, li ho sgridati, qualcuno dei palazzi ha chiamato i carabinieri che non hanno fatto nulla perché sono minorenni». In sostanza, la donna dice di aver rimproverato dei ragazzini che avevano lanciato dei petardi contro il figlio e il dopo uno di questi ragazzi, il giorno dopo, l’ha aggredita per vendetta con un pugno.

L’episodio – scrive – è avvenuto davanti alla madre del ragazzo «quindi anche i genitori sono dei … non ho parole veramente. Oggi sporgo denuncia a tutte le autorità di Perugia». Il pugno, secondo quanto ha scritto sui social, è da considerarsi una vera e propria ritorsione per quanto era accaduto il giorno prima in uno dei parchi del quartiere.

A Castel del Piano, secondo quanto si racconta, da qualche tempo un gruppo di giovanissimi avrebbe iniziato a creare paura e disagi facendo esplodere dei petardi al parco. I petardi, stando sempre alle segnalazioni, vengono inseriti in bottiglie di vetro e poi fatti scoppiare, come delle bombe carta.

E poi conclude: «Basta qui non si può vivere,  non possiamo nemmeno andare a lavorare con la paura che un disgraziato di 13anni ti insegua, che e sempre quello che fa i casini a Castel del Piano».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*