Coronavirus: “Italiani dovete restare a casa, chiaro?” Parla la scienziata

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus: “Italiani dovete restare a casa, chiaro?” Parla la scienziata

“Dovete stare a casa! Non assembrati in giro. Dovete diminuire le possibilità di contagio! Non ci sono abbastanza respiratori!!!” E’ il pressante appello su Facebook della dottoressa Barbara Balanzoni, medico anestesista rianimatore.

Balanzoni invita gli italiani a restare in casa per diminuire le possibilità di contagio del Covid-19 e con un video spiega il perché: “Videocazziatone per tutti: dovete restare a casa. Le scuole sono chiuse fino al 15 marzo. Fatevi una domanda. Italiano medio, fatti una domanda: se le scuole stanno chiuse fino al 15 di marzo, secondo te A è Pasqua, e non lo è, te lo dico, B c’è un pericolo di contagio. B, B, accendete la B. Io voglio sapere cosa ci fa tutta questa gente in giro. C’è troppa gente in giro. Ve lo dico in maniera chiara: non ci sono i posti nelle rianimazioni, non ci sono abbastanza respiratori, noi anestesisti non ci siamo. Vuol dire che i posti in rianimazione sono un numero, i pazienti che ne avranno bisogno sono e saranno di più. L’unica cosa che si può fare quando non ci saranno più respiratori, è bloccare le sale operatorie, vuol dire che chi deve essere operato, non può essere operato. I respiratori e il personale medico, non sono sufficienti a garantire il numero di letti nelle rianimazioni. Se continuate a stare assembrati nei bar, nelle discoteche e se continuate a fare la vostra vita come sempre, aumenterete il numero dei contagi. Se continuate così, il numero dei polmoniti che ha bisogno di rianimazione aumenta e noi non sappiamo dove metterli. E’ chiaro? La situazione è difficile”.

Barbara Balanzoni è medico chirurgo, specialista in anestesia e rianimazione a indirizzo iperbarico. E’ inoltre dottoressa magistrale in giurisprudenza, ufficiale medico (Ris. Sel.) Esercito Italiano e medico dello staff di Medici Senza Frontiere. E’ iscritta all’albo dei medici di Venezia.



31 Commenti

  1. non è più ammissibile che si terrorizzino i cittadini arrivando a misure di questa portata !! se chiudono le scuole, ci metta: C) SI ATTENTA ALLA NORMALITA’ DELLA VITA perchè qualche scuola rischia di restare chiusa due settimane e molti perderanno l’anno perchè esiste un programma scolastico e i giorni persi non si possono recuperare !! vi immaginate se tenessero le scuole aperte fino a fine giugno per recuperare ?? qui l’unico collasso lo rischia l’economia, dal turismo nelle città d’arte a, di questo passo, anche quello balneare !! perchè a giugno i bambini li vogliamo portano al mare non a scuola ! vietare gli assembramenti nei locali ?? MA GLI INTROITI DEI BAR, DEI PUB, COMPRESI QUELLI ASSUNTI PER LA STAGIONE NONCHE’ IL SACROSANTO DIRITTO ALLO SVAGO NON CONTANO UN CAZZO ?? si stanno prendendo misure spropositate al di fuori della ragione ! SIAMO AL DELIRIO TOTALE, MA NEMMENO DOPO CHERNOBYL SI ERA ARRIVATI A TANTO !! MA BASTA PER FAVORE !! BASTA !! LO CAPITE O NON LO CAPITE CHE L’UNICO DANNO DI QUESTO PASSO SARA’ QUELLO ECONOMICO ? CHE LO STRESS CHE CI VORRESTE FAR PATIRE E’ PEGGIO DEL VIRUS ?? MA LASCIATE FARE ALLA NATURA COME SI E’ SEMPRE FATTO, VIA !! PICCO DI DUE SETTIMANE E TUTTO E’ FINITO !! Siamo sopravvissuti all’ influenza tutti gli anni, e questa lo hanno detto in tremila lingue che è come un’influenza ! SE MANCANO I POSTI PER RICOVERI NON E’ COLPA DEL VIRUS MA DEL SERVIZIO SANITARIO INEFFICIENTE, o più semplicemente non è vero, è TERRORISMO MEDIATICO, vorrei sapere durante le epidemie d’influenza quanti ospedali sono collassati. In ogni caso io sono libero cittadino e vado DOVE MI PARE ! E SE TERRANNO LE SCUOLE APERTE DOPO IL 6 GIUGNO PER ALTRE 2 SETTIMANE LE FERIE, IO CHE SONO OPERATORE SCOLASTICO, LE PIGLIO LO STESSO, PORTO MIO FIGLIO AL MARE E SE LO BOCCIANO ALZO UN POLVERONE CHE NON V’IMMAGINATE !! E DOMENICA PROSSIMA VADO IN GIRO DOVE MI PARE !! IN GIRO, TRA LA GENTE, A VIVERE !! IN BARBA A VOI CHE CI VOLETE VEDER MORIRE !!! MI RIFIUTO SI SEGUIRE REGOLE COMPLETAMENTE FUORI DELLA RAGIONE !! LA SIGNORA LA MANDEREI INDIETRO NEL TEMPO A QUANDO CI FU LA SPAGNOLA, A TOCCARE CON MANO CHE NON C’ERA QUESTO ALLARMISMO EPPURE ERA TREMILA VOLTE PEGGIO !

      • Mi auguro di non doverla mai incontare. Le persone come lei fanno male a tutti, ma non solo per via del coronavirus. Il senso etico e il rispetto del prossimo per lei sono concetti sconosciuti. L’unico stimolo che la anima è l’egoismo, condito di supponenza e arroganza. Mi fa solo pena.

    • Vorrei chiedere a madre natura come ha fatto a mettere tanta stupidità in un unico essere umano.. lei mi disgusta. Se il virus dovesse mai colpirla (cosa alquanto probabile da come descrive lei lo svolgimento delle sue giornate e serate) spero davvero che non ci siano posti a disposizione per lei, non merita nemmeno il servizio sanitario gratuito.

    • Meglio rischiare di perdere un anno piuttosto che rischiare di perdere un figlio. L’arroganza mista ignoranza è il vero problema ! Vedere tuo figlio con difficoltà respiratorie e non sapere cosa fare e come agire perché sei inerme … vorrei proprio vedere se mi vieni a parlare di crollo dell’ economia. Sono d’accordo sul non essere esageratamente allarmisti ma neanche menefreghisti perché è grazie a gente ignorante come te che i casi di contagio aumentano.

    • Ha ragione… poi non si lamenti se non troverà posto in terapia intensiva o non potranno curarla eh!. genio proprio. E’ UNA SITUAZIONE ANOMALA CON UN VIRUS DI CUI NON SI HA UN VACCINO! SE LO METTE NEL CERVELLO????

    • Ecco qui, un altro virologo laureato all’università della vita… e pure leone da tastiera. Appena un tuo familiare se lo becca ne riparliamo.

    • questo commento fa capire il pericolo che incombe grazie agli idioti tipo questo scancanensi che non ha capito l’emergenza che incombe,anzi si preoccupa solo delle proprie ferie.Sei un coglione. Fa brutto dirlo ma l’unica cosa che gli si può augurare è una prova diretta di quel che si prova in sala rianimazione.Ma la cosa piu esilarante è che ha rammentato la spagnola che ha causato quasi cento milioni di morti affermando che non c’era tutto questo clamore,fa capire l’intelligenza superiore che ci troviamo davanti

  2. Discorso costruito con una bassezza unica che può far solo male alla categoria di sanitari peraltro fatto da un medico che ne ha dette di ogni nei confronti degli infermieri. Forse non lo sa che l’italiano medio è lei.

  3. È lo sfogo, abbastanza comprensibile, di un dottore che sta vedendo il sistema che collassa. Senza fare demagogia sarebbe opportuno attenersi alle norme ormai diffuse ovunque: evitare assembramenti, stare a distanza, evitare di darsi la mano, lavarsi le mani e mantenere un buon igiene generale per noi e gli altri.
    Se avessimo seguito da subito un regime più severo forse i numeri del contagio non sarebbero così elevati e non ci dovremmo preoccupare ora di problemi economici e perdita dell’anno scolastico. Le preucazioni non sono mai troppe se si ottengono i risultati desiderati per il semplice fatto che se non fossero applicate non avremmo mai potuto sapere se sono state proppo severe. Evidentemente non ci si aspettava una escalation del genere. Mi viene quindi da pensare che non si è fatto abbastanza e con sufficiente efficacia, senza nulla togliere al personale sanitario, ma non dipende solo da loro. Principalmente è una decisione politica. Ora stiamo andando avanti in maniera poco netta, chiudiamo le scuole perché è il male minore con la scusa che i ragazzi non sarebbero in grado di mantenere le norme del caso, non che gli adulti siano meglio.

  4. Carissima Dottoressa , a suo favore, invio le parole
    di Cristo: Padre mio, perdona coloro che non sanno
    Cosa dicono e cosa fanno !!

  5. Ma come fate a definirla scienziata?? Il titolo dell’articolo é semplicemente ridicolo. Ogni anno muoiono 8.000 persone x complicazioni legate all’influenza, e di queste persone prima che muoiano cosa ne facciamo? Le portiamo in rianimazione per cercare di salvarle, quando si manifesta la criticità, o le buttiamo nel fossato? Non c’è emergenza quando muoiono gli ammalati d’influenza “normale” e c’é quando c troviamo alle prese con un’influenza che a oggi, a 20gg da quando é stata scoperta (anche se circola da ben prima) ha fatto meno vittime d quante se ne contano giornalmente per l’altra? Definirlo terrorismo mediatico é dire poco. La mitomane in questione, può avere ragione sullo sfascio generale della Sanità Pubblica: lei ne é il chiaro esempio.

  6. La dottoressa ha perfettamente ragione, se ci ritroviamo ad avere tantissimi casi di contagio in Italia è proprio perché gli italiani non rispettano le regole!!! Parlano i fatti: gli altri Stati hanno meno contagi di noi!!!

  7. Sa qual’è l’ERRORE di fondo della sua comunicazione?Che lei dovrebbe chiedere alla Stato e ai Governatori Regionali, come faccio io da settimane, di aumentare A DISMISURA i posti in terapia intensiva e i respiratori. I soldi ci sono basta che li STORNANO da tutti quegli eventi che non si fanno più. L’UNICA cosa da fare (e che NON hanno fatto) era ISOLARE totalmente le Regioni dove il virus non era arrivato.Io sto in Sicilia se si fossero interrotti TUTTI i collegamenti aerei, navali e terrestri e si faceva entrare solo chi trasportava beni di prima necessità ma che girasse con l’elmo dei crociati qui il virus NON sarebbe MAI arrivato. Ora sia REALISTA anche una persona chiusa in casa (ma io ad esempio non posso non andare al lavoro) ogni tanto deve uscire a fare la spesa (altrimenti invece che di coronavirus muore di fame) e al supermercato potrebbe essere contagiati da un’ALTRA persona che le passa VICINO. Pertanto la invito a rivolgere le sue attenzioni al GOVERNO e ai GOVERNATORI REGIONALI perchè forniscano le strutture ospedaliere del NECESSARIO altrimenti lei si potrà trovare nella brutta condizione nel dovere SCEGLIERE se mandare nell’ultimo posto di terapia intensiva un uomo di 80 anni o un ragazzo di 20. E non è bello…..

  8. vorrei far notare che la dottoressa nel corso dello sfogo dice che non è a casa sua… mi piacerebbe che come succedesse coi professori anche i medici che parlano fuori luogo avessero dei provvedimenti. qui io percepisco un terrorismo psicologico non da poco. In un momento come questo parlare senza i giusti filtri crea solo confusione. Un medico deve fare ora più che mai il medico e non parlare, questa è una questione non solo sanitaria ma economica. una azienda che chiude è una azienda che non apre più. fermare l’economia per questo, senza avere la certezza di non prendersi in virus, vuol dire uccidere la società. Dire il giusto (e per di iù non farlo) non vuol dire aver fatto una cosa corretta e buona

  9. Ascolta un po’ Dottoressa!!Perche’ non lo vai ha dire a Zingaretti per il fattore posti in rianimazione lui che a chiuso nosocomi licenziato personale Medico, causando 16000 persone senza lavoro, e anche ha quei politici che continuano ha tagliare i costi della SANITA’ e smettila di SBRAITARE come un’OCA “!!

    • Lo sfogo della dottoressa è comprensibile. Gli operatori sanitari stanno svolgendo il loro lavoro con grande senso di responsabilità in un momento tanto delicato come questo. Ci viene solo chiesto di collaborare!!! Dovremmo metterci nei loro panni prima di criticare!!!

  10. per tutti gli imbecilli che hanno criticato la dottoressa…….siete degli ignoranti e incivili senza speranza…..grazie di esistere…. mi viene il vomito!

  11. Per colpa degli imbecilli non si riuscirà mai a fermare i contagi. Un popolo costituito da adulti bambini che non riescono a seguire delle regole di carattere sanitario. Siete una vergogna!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*