Cascata Marmore, malore, e nelle Marche d’urgenza Icaro2, giornataccia 

Due persone sono state salvate dall'intervento del soccorso

 
Chiama o scrivi in redazione


Cascata Marmore, malore, e nelle Marche d'urgenza Icaro2, giornataccia 

Cascata Marmore, malore, e nelle Marche d’urgenza Icaro2, giornataccia

Il primo allertamento per il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) è pervenuto dalla Centrale Operativa Regionale del 118, per una donna colta da malore ed infortunatasi in un’area impervia del Parco della Cascata delle Marmore. Sul posto si è recata, congiuntamente con il personale del 118, la squadra del SASU di presidio in Valnerina che ha rapidamente raggiunto la paziente e, prestate le prime cure, è stata immobilizzata sulla speciale barella portantina in dotazione del SASU e trasportata fino all’ambulanza.

Il secondo intervento è stato in supporto dei colleghi delle Marche e dell’elisoccorso del 118 Icaro 02, per una escursionista infortunatosi lungo il sentiero che da Forca Viola conduce ai laghi di Pilato. Si è attivata con tempestività la squadra del SASU di presidio a Castelluccio di Norcia che con il mezzo quad ha raggiunto Capanna Ghezzi, dopodiché la squadra via terra è salita fino a Forca Viola scendendo poi verso i laghi di Pilato e poi alla parte retrostante delle creste del Redentore.

Il Soccorso Alpino e Speleologico, raggiunta l’infortunata, ha fornito l’esatta posizione all’elicottero e, prestate le prime cure, la paziente è stata stabilizzata sulla barella portantina e trasportata, mediante tecniche alpinistiche, fino al punto di rendez-vous con l’elisoccorso. Questo intervento, nonostante avesse caratteri di complessità dati dal terreno diversificato e dislivelli, si è rapidamente concluso anche grazie alla vicinanza del presidio del SASU che ha permesso un’attivazione immediata dei soccorsi, così come anche nel primo intervento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*