Carabinieri passano al setaccio l’Alto Tevere, due denunce

tasso di alcol nel sangue di quasi tre volte il limite massimo consentito

 
Chiama o scrivi in redazione


Carabinieri passano al setaccio l’Alto Tevere, due denunce

Carabinieri passano al setaccio l’Alto Tevere, due denunce

Schiamazzi notturni, procurato allarme e guida in stato di ubriachezza. Sono i reati che i Carabinieri dell’Alto Tevere – Città di Castello, Trestina, Umbertide e San Giustino – hanno rilevato nei controlli attivati durante la notte.

© Protetto da Copyright DMCA

In un caso, i militari di Trestina hanno denunciato per procurato allarme un 37enne tifernate. L’uomo, nella serata del 31 dopo aver preso il telefono cellulare di un amico, ha chiamato il 112 di Perugia, riferendo di essere vittima di una violenza.

  • Appena lanciato l’allarme ha interrotto la conversazione senza fornire altre informazioni.

Rintracciato a Città di Castello tramite tracciamento della cella telefonica, i Militari hanno accertato essersi tratto di uno scherzo, hanno denunciato il 37enne.

Nel secondo caso i Carabinieri della Stazione di Città di Castello nella notte mentre effettuavano dei controlli stradali hanno intimato l’alt ad un veicolo. Il conducente ha rallentato per fermarsi, ma subito dopo ha riaccelerato e si è dato alla fuga.

  • I carabinieri lo hanno inseguito e acchiappato in pochi secondi. Con l’auto, all’altezza della rotatoria di viale Europa, ha preso il controllo del mezzo ed è stato bloccato dai militari di Città di Castello. E’ risultato essere anche in questo caso un 37enne del posto.

Sottoposto a prova dell’etilometro, è risultato avere un tasso di alcol nel sangue di quasi tre volte il limite massimo consentito.

Per lui quindi, oltre alla denuncia alla Procura della Repubblica per guida in stato di ebbrezza alcolica e resistenza a pubblico ufficiale, è scattata anche il ritiro della patente di guida, sanzione amministrativa per non aver ottemperato all’alt e per violazione alla normativa COVID.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*