Carabinieri di Perugia, avvicendamento ai vertici arriva Giovanni De Bellis

Carabinieri di Perugia, avvicendamento ai vertici dell’Arma, arrivano Morra e De Bellis In data odierna al Comando Provinciale Carabinieri di Perugia si sono insediati, in nuovi incarichi, due Ufficiali superiori. Si tratta del Ten. Colonnello Giovanni De BELLIS  e del Ten. Colonnello Antonio MORRA. Lascia, invece, il Ten. Colonnello Carlo SFACTERIA, già Comandante del Reparto Operativo che, dopo tre anni di intenso e proficuo lavoro, raggiunge Milano dove assumerà il Comando del Reparto Servizio Magistratura in seno al Comando Provinciale di Milano. Il Ten. Colonnello De BELLIS è il nuovo Capo Ufficio Comando del Comando Provinciale. Subentra al Ten. Colonnello Antonio MORRA che ha assunto l’incarico di Comandante del Reparto Operativo.



Una breve descrizione dei due Ufficiali:

Ten. Colonnello Giovanni De BELLIS:

nato a Gioia del Colle (BA), 56 anni, coniugato con due figlie, proveniente da L’Aquila, dove era Capo Ufficio Comando di quel Comando Provinciale.

Inizia la carriera a Palermo nel 1984, dove è stato Comandante di Plotone al 12° Battaglione, successivamente approda nella Capitale dove è a disposizione della Compagnia Roma-Montesacro e del Comando Generale, in forza alla Compagnia Speciale.  Ritorna nel capoluogo siciliano nel 1988 e vi rimane fino al 1993 quale comandante di Plotone, sempre del 12° Battaglione mobile e poi in qualità di comandante di Sezione Radiomobile di quel Comando Provinciale. Dalla fine del 1993 e fino al 1996 è Comandante della Compagnia Motorizzata dell’11° Battaglione di Bari. Dal settembre 1996 e fino al settembre 2001 è in Toscana dove comanda la Compagnia di Arcidosso. Successivamente, diventa Comandante della Compagnia di Pistoia rimanendovi fino ad ottobre 2006.  Per 12 anni ininterrotti è stato Capo Ufficio Comando del Provinciale dell’Aquila, dove ha gestito i momenti tragici del terremoto del 2009.

Afferma il ten. Colonnello De Bellis: “pur lasciando con dispiacere la terra d’Abruzzo vengo con piacere in un’altra meravigliosa terra che è l’Umbria”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*