Bande di ragazzini con dei capetti che si scontrano tra loro

 
Chiama o scrivi in redazione


Bande di ragazzini con dei capetti che si scontrano tra loro

Una agente della polizia locale di Perugia strattonata al muro mentre chiedeva i documenti a dei ragazzini, è ferita a una mano. L’assessore alla pubblica sicurezza del comune di Perugia, Luca Merli, dopo i fatti accaduti nella giornata di sabato in via Marzia e in altre zone dell’Acropoli, ha voluto ringraziare tutte le forze intervenute. “Non è successo nulla di eclatante perché il numero delle forze dell’ordine presenti ha evitato il peggio – ha detto Merli -. L’attività da parte della Polizia locale, Forze dell’Ordine e Protezione civile è stata intensa. Alcuni ragazzini, tutti minorenni, sono stati identificati e trattenuti fino alla riconsegna dei genitori, ignari”.

© Protetto da Copyright DMCA

Ragazzini che si sono costituiti in bande: “Tre o quattro bande con dei capetti in ognuna che trascinato tutti gli altri facendo delle cose inaudite. Stanno tutto il giorno in centro e si scontrano con altre bande. Non si gestisce più questa cosa e domani faremmo un nuovo provvedimento, la via Marzia, dove oggi si è verificata una rissa sarà chiusa all’accesso pedonale”.

L’assessore ha poi concluso dicendo: “Comprendo benissimo l’esigenza delle persone di rivivere un po’ di normalità e tranquillità, però, purtroppo, quando ci sono situazioni come quelle di oggi, dove non si fa una passeggiata, ma ahimè esistono episodi, scorribande e anche un po’ oltre la normalità e con dei cenni di violenza, è assolutamente necessario fermarli. L’intervento della polizia di stato, dei carabinieri e in particolare della polizia locale è stato  fondamentale – ha detto Merli –. Dobbiamo cercare però di controllare i nostri comportamenti. Io comprendo benissimo tutte le esigenze, soprattutto dei giovani che hanno bisogno di uscire, ma quando vediamo questi parapiglia ed attività che rasentano l’illegalità, li dobbiamo assolutamente fermare. Si verificano dove non riusciamo a controllare, nei vicoli e dove è fatica andare a ritrovarli. Questa volta grazie a un impiego importante delle forze di polizia, abbiamo contenuto senza conseguenze. Io mi auguro che sia davvero l’ultima volta. Faccio un appello anche alle famiglie pur comprendendo le situazioni di necessità. Siamo all’ultimo miglio, dobbiamo tenere duro e non lasciaci prendere dall’euforia”. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*